Industria

Stellantis, Pomigliano ferma anche il 6 settembre per la mancanza di semiconduttori

Lo hanno comunicato i sindacati. lo stabilimento era già fermo. Le organizzazioni hanno chiesto un incontro con l’azienda per discutere della situazione generale di penuria di microchip

(Imagoeconomica)

1' di lettura

Lo stabilimento Stellantis di Pomigliano d’Arco (Napoli), resterà fermo anche lunedì 6 settembre per la mancata fornitura di semiconduttori necessari alle centraline da installare sulle vetture. Lo rendono noto i sindacati a seguito della comunicazione da parte della multinazionale dell’automotive. Lo stabilimento era già fermo dal secondo turno di ieri. La carenza di semiconduttori aveva già penalizzato i lavoratori nei mesi scorsi, e a luglio la fabbrica era rimasta aperta per pochi giorni per poi fermarsi per le ferie estive. Dalla riapertura, le maestranze addette alla Panda, hanno lavorato per un solo turno lunedì, per poi riprendere martedì e rifermarsi ieri pomeriggio. I sindacati di categoria, nei giorni scorsi, hanno chiesto un incontro con i vertici aziendali per discutere della carenza di semiconduttori che sta penalizzando l’intero settore automobilistico.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti