Emergenza Covid

Scuola, stop quarantena per i vaccinati: il pressing delle regioni

È la soluzione adottata dal governo francese che, in caso di un positivo in classe, ha deciso di far svolgere la quarantena in Dad solo ai non vaccinati

(LAPRESSE)

2' di lettura

Di imporre l'obbligo di vaccinazione agli studenti non se ne parla. Lo ha ribadito il ministro Patrizio Bianchi. Ma l'immunizzazione potrebbe comportare dei vantaggi relativi per gli alunni delle medie e delle superiori. Per esempio, nel caso di un positivo in classe, chi ha il green pass potrebbe non andare in quarantena. Una soluzione adottata dal governo francese che ha deciso in generale per gli immunizzati la revoca dell’obbligo di quarantena in caso di contatto con un positivo. E che potrebbe essere adottata anche in Italia. Anche se per ora il Cts frena.

Il pressing delle Regioni

La Conferenza delle regioni aveva già consigliato questa opzione al governo la settimana scorsa: in caso di focolai, permettere ai soli vaccinati di restare in classe (o in aula nel caso degli universitari), mentre gli altri sarebbero costretti alla didattica a distanza da casa. Quanto alla quarantena di 14 giorni in generale, in caso di contatto diretto con una persona affetta da Covid, potrebbe essere ridotta per chi è in possesso di green pass. Ma per ora si tratta di un'ipotesi al vaglio del ministero della Salute. E non è stato ancora deciso di quanto verrà ridotta.

Loading...

Presidi: quarantena non vaccinati in Dad? Idea percorribile

L’idea di far svolgere la quarantena in Dad ai non vaccinati in caso di un positivo in classe come deciso in Francia «è un’ipotesi percorribile ma prima devono cambiare il protocollo sanitario della gestione delle quarantene, elaborato dall’Iss, che risale all’anno scorso» secondo Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi (Anp). Ed è stata ripresa anche dall'ex sottosegretario all'Istruzione Davide Faraone: «Dobbiamo spiegare ai cittadini che l'obiettivo del l'immunità di gregge è combattere il virus che si va rinforzando - ha detto il presidente dei senatori di Italia Viva a Morning News su Canale 5 -. Andiamo avanti premiando chi si immunizza: ad esempio nelle scuole niente quarantena per i ragazzi che si sono vaccinati»

Brusaferro (Iss): prematuro rivedere oggi durata quarantena

Frena però il Cts. «Il dato scientifico ci dice che i vaccinati con doppia dose hanno una copertura dal rischio di contagio tra l’85-88%, che è tantissimo, ma lascia un margine di una persona su cinque che potrebbe portare l’infezione in giro e trasmetterla. Per individuare e monitorare questi casi, spesso asintomatici, ci vogliono 3-4 giorni. Con questo meccanismo la quarantena non si può alterare, stiamo verificando con alcuni studi qual è la carica virale di queste persone, ma oggi è prematuro rivedere la quarantena». Così Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss) e portavoce del Cts.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti