variante coronavirus

Stop voli fino al 6 gennaio, tamponi, quarantena: le misure dell’Italia contro la variante «inglese»

Chi arriva a Fiumicino viene sottoposto a tampone, gli eventuali positivi vengono trasferiti allo Spallanzani. Chi arriva a Napoli Capodichino dovrà osservare la quarantena. Dovrà sottoporsi a tampone anche chi è stato in Gran Bretagna negli ultimi 14 giorni

di Mariolina Sesto

default onloading pic
(AFP)

2' di lettura

La variante del Coronavirus riscontrata in Gran Bretagna ha fatto sì che anche l’Italia si prendessero d’urgenza delle contromisure in attesa che gli scienziati analizzino meglio quali effetti concreti questa mutazione può comportare. Con un’ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza d’intesa con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, si è deciso di bloccare tutti i voli in partenza per e in arrivo dalla Gran Bretagna dal 20 dicembre al 6 gennaio. Dal 10 dicembre chi è entrato in Italia dalla Gran Bretagna poteva scegliere fra tampone e quarantena.

Tamponi per coloro che arrivano con voli che erano già in corso

Chi era già in volo per l’Italia mentre l’ordinanza veniva firmata dovrà sottoporsi a tampone antigenico o molecolare appena atterrato in Italia. All’aeroporto di Fiumicino è stato predisposto un servizio ad hoc. È stata inoltre attivata la procedura di sorveglianza sanitaria e controllo per i voli in arrivo negli scali romani dal Regno Unito. Eventuali passeggeri positivi al tampone saranno trasferiti allo Spallanzani per il monitoraggio e lo studio dell'eventuale variante del Covid.

Loading...

Tampone per chi è in Italia ed è transitato in Gb negli ultimi 14 giorni

Le persone che ora si trovano in Italia e che nei quattordici giorni antecedenti il 20 dicembre hanno soggiornato o sono transitati nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, anche se asintomatiche, sono obbligate a comunicare immediatamente l'avvenuto ingresso nel territorio nazionale al Dipartimento di prevenzione dell'azienda sanitaria competente per territorio e a sottoporsi a test tampone molecolare o antigenico.

Quarantena per chi arriva dalla Gran Bretgana a Capodichino

L'Unità di Crisi della Regione Campania ha disposto, con decorrenza immediata, controlli straordinari all'aeroporto di Capodichino a Napoli, “in attesa degli atti governativi relativi al divieto di ingresso in Italia di cittadini provenienti dal Regno Unito”. I passeggeri saranno sottoposti a controllo e scatterà in ogni caso la messa in quarantena “per impedire la possibile diffusione di una nuova variante del virus”. Quarantena obbligatoria anche per chi è atterrato ieri a Pescara proveniente dal Regno Unito

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti