F-35, storia di un cacciabombardiere controverso (che divide Lega e M5S)

4/12Attualita

Storia dell'F-35 - Andreatta disse: «L'F-35 costa metà dell'Eurofighter»

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Fecero scalpore le dichiarazioni dell'allora ministro della Difesa, Beniamino Andreatta, a favore dell'F-35 rispetto al caccia europeo. «L'ultimo caccia americano costa la metà dell'Eurofighter ed è migliore sotto il profilo tecnologico, perché può muoversi con un sistema di collegamenti via satellite, senza scoprirsi», disse Andreatta il 9 luglio 1998, all'assemblea dell'Aiad. Andreatta si schierò a favore del Jsf-F-35 davanti ai rappresentanti delle industrie nazionali della difesa, più favorevoli al caccia europeo prodotto dalle industrie di quattro nazioni (Gran Bretagna, Germania, Spagna e Italia) che, nelle previsioni, avrebbe dovuto assicurare più lavoro alle fabbriche italiane, rispetto a un aereo americano. Gli americani promettevano costi unitari medi per velivolo più bassi in base all'assunto di arrivare a vendere tra i 2.500 e i 3.000 aerei, non solo in casa loro ma in tutto il mondo. L'Efa in origine partiva da una stima di ordini domestici, dei quattro paesi costruttori, di 620 aerei.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...