ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùseconde case

Stranieri in cerca di casali ristrutturati nel «Picenoshire»

<br/>Richieste per soluzioni indipendenti da 230mila euro. Piacciono anche i centri storici recuperati

di Emiliano Sgambato


default onloading pic
Un casale ristrutturato con piscina sulle colline di Offida (AP)

4' di lettura

Un casale con piscina ristrutturato una decina di anni fa con criteri antisismici. Suddiviso in maniera razionale e arredato in stile moderno, ampio giardino e piccolo uliveto annesso. Siamo in provincia di Ascoli Piceno e dal terrazzo si può ammirare Santa Maria della Rocca, gioiello medievale di Offida, tra i Borghi più belli d’Italia. Circa 600 metri quadrati commerciali proposti a 695mila euro. C’è una trattativa in corso, a vendere è una coppia inglese un po’ in là con gli anni, che si trasferirà in una casa più piccola, sempre in zona, per non lasciare la rete sociale in cui si è integrata in questi anni.

Il rustico rimesso a nuovo è tra le tipologie di immobili per cui è più forte la domanda straniera, che in quest’angolo di Marche presenta ancora spazi di crescita e occasioni interessanti, nonostante qualche battuta d’arresto, forse dovuta anche al terremoto del 2016. Che comunque non sembra aver spaventato soprattutto tedeschi, americani e inglesi; con “i click” di quest’ultimi aumentati nel 2018 di quasi il 20%, secondo i dati del portale Gate-Away.com, specializzato nella vendita di immobili all’estero, con annunci tradotti in 10 lingue e oltre 30mila proprietà in vetrina.

Montalto, Montefiore dell’Aso, Ripatransone – nonostante la provincia di Ascoli lo scorso anno abbia visto un calo della domanda di oltre l’8 per cento– sono nella top ten delle ricerche degli stranieri nelle Marche. Ricerche caratterizzate da un valore medio piuttosto elevato, ma allo stesso tempo più basso della media regionale: 230mila euro contro 270mila (per tutte le tipologie abitative). L’88% di chi cerca online vuole una casa indipendente, il 73% la vuole completamente ristrutturata e con il giardino (64%) o circondata da un terreno (38%). Uno su tre sogna poi la piscina.

LEGGI ANCHE / Ville di lusso sui laghi, mercato in crescita grazie agli stranieri

«Quello dei casali è un mercato al 90% composto da stranieri – racconta Luca Bianconi di Abitare Gruppo Immobiliare di San Benedetto del Tronto –. La domanda è soprattutto verso il ristrutturato, anche perché un casale completamente da rimodernare in una buona posizione parte da almeno 150mila euro a cui bisogna aggiungerne come minimo 1.500 al metro quadro per una adeguata ristrutturazione». Così si fa presto a superare i prezzi dell’usato, di cui esiste una buona offerta tra i 300mila e i 600mila euro (con picchi però anche sopra il milione).

«E senza considerare – aggiunge Bianconi – il tempo necessario e le lungaggini burocratiche che ovviamente si moltiplicano se si arriva dall’estero». Difficile definire un prezzo al mq, perché il valore dei casali è legato solo in parte alla loro grandezza: oltre allo stato di conservazione, soprattutto per gli stranieri, è molto importante la posizione.

LEGGI ANCHE / Stranieri che comprano casa in Italia, boom in Sicilia

«Le Marche e in particolare il Piceno non sono la zona che ha avuto le migliori performance nell’ultimo anno, ma bisogna ragionare in prospettiva – commenta Simone Rossi, general manager di Gate-Away – e qui le potenzialità ci sono. Certo c’è bisogno di maggior promozione e di marketing territoriale, come del resto in tutto il Paese. Noi cerchiamo di dare un contributo con iniziative mirate e corsi di formazione per gli agenti. O con strumenti online come il nostro blog multilingua e una newsletter. C’è sempre una storia dietro a ogni nostra tradizione e va raccontata». E nel Piceno Gate-Away ha gioco facile, visto che ha la sede a Grottammare.

La società nasce nel 2008 dall'idea dei soci fondatori: Simone Rossi e Annalisa Angellotti che si sono conosciuti a Londra, dove lavoravano nel settore immobiliare. Convinti che mancasse uno strumento adeguato che desse visibilità al patrimonio italiano all'estero, hanno deciso di “portarsi il lavoro a casa”, coinvolgendo anche il sanbenedettese Antonio Quondamatteo. «Unire tour enogastronomici a visite immobiliari è una formula che paga, è il territorio e la sua cultura che spinge all’acquisto più che la proprietà in sé», conferma un operatore della zona presente a un evento organizzato dal portale.

Complesso residenziale ricavato da una parte dell'ex seminario di Ripatransone (AP)

«Molto lo fa il passaparola – continua Rossi – a Penna San Giovanni, in provincia di Macerata, il 4% dei residenti è straniero». Come conferma l a storia di Agneta Nordin. Il suo biglietto da visita recita: “Din svenska maklare i Italien”, il tuo broker svedese in Italia. Ex direttore delle risorse umane in una multinazionale, nel 2007 si è innamorata delle Marche ed è diventata agente immobiliare nel 2013.

Ci accompagna a Ripatransone – borgo sospeso tra le colline vitate e il mare da un lato e le vette dei Monti Sibillini dall’altro – dove un complesso religioso del XVII secolo è stato ristrutturato qualche anno fa e gli appartamenti in vendita si incastrano nelle vecchie mura tra scale e piccoli terrazzi panoramici. «Un quarto è stato venduto a stranieri – racconta Nordin – a circa 1.700 euro al metro quadro».

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...