1/4USA

Stripe, la “nuova PayPal”: nata nel 2010, oggi vale 9,2 miliardi di dollari

Fondata sette anni fa da Patrick e John Collison, due fratelli irlandesi rispettivamente di 22 e 20 anni provenienti dalle campagne della contea di Limerick, Stripe è diventata una delle success stories più in voga nella Silicon Valley.L'azienda di San Francisco oggi rappresenta la “nuova PayPal nell'era della mobility” che offre servizi di pagamento digitale a privati e aziende: cresciuta di pari passo con il boom dell'e-commerce (oggi negli Stati Uniti si spendono 1,2 miliardi al giorno online), sgomitando tra colossi come Apple e Google, ha incassato generosi round di finanziamenti da Sequoia Capital, Visa, American Express, Peter Thiel ed Elon Musk, per un totale di circa 300 milioni di dollari. La partnership con Amazon le ha consentito di fare il grande salto: oggi ha 900 dipendenti in 25 Paesi ed è il motore finanziario di circa 100mila imprese, avendo sbriciolato la concorrenza delle banche a colpi di basse commissioni.Che altro dire? Che Patrick Collison prometteva bene anche da ragazzo: a 16 anni, a scuola, sviluppò un programma di intelligenza artificiale che lo portò dritto al titolo di “Giovane scienziato dell'anno” nell'Eire. I giornali, allora, dissero che era la “testa rossa più intelligente d'Irlanda”. Ma il bello doveva ancora venire. A 18 anni era già al MIT di Boston, ma lo abbandonò all'età di 21 anni. Stava già pensando a Stripe.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti