ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLa relazione dell’Antidroga

Stupefacenti, record di sequestri per la cocaina (+47%). Boom per la droga dello stupro

La relazione annuale della Direzione centrale per i servizi antidroga: triplicati i sequestri della droga dello stupro

di Marco Ludovico

(AFP)

3' di lettura

Quello della cocaina è un fiume in piena: sempre più gonfio, impetuoso, inarrestabile. Con mille rivoli, ormai ovunque. Il consumo degli stupefacenti, in generale, è sempre più alto. La pandemia aveva rallentato questa tendenza. Ma la relazione della direzione centrale dell’Antidroga presso il dipartimento di Ps guidato da Lamberto Giannini traccia un quadro impressionante. I dati 2021 sono tutti al rialzo. Si sviluppano «nuovi modelli di business» negli affari criminali dei trafficanti di droga. Si accentua la dimensione digitale del processo criminale. Uno scenario sconfinato, sempre più minaccioso.

Il boom di sequestri

«Il 2021 ha fatto registrare una forte e crescente ripresa delle importazioni di stupefacente nei luoghi di stoccaggio e, soprattutto, verso i Paesi di destinazione finale» dice il documento presentato dal vice capo del dipartimento Ps, Vittorio Rizzi, e il direttore dell’Antidroga Antonino Maggiore. «Il dato dei sequestri di droga mostra, invece, nei volumi complessivi, un evidente aumento rispetto all'anno precedente: dalle 59 tonnellate rinvenute nel 2020, si è saliti alle 91 tonnellate del 2021, con un incremento percentuale del 54,04%, che, per effetto di una sensibile crescita dei sequestri di cocaina e dei derivati della cannabis, rappresenta il quarto più alto risultato dal 2000 a oggi».

Loading...

Spaccio sconfinato della «polvere bianca»

Consumo e spaccio di cocaina, dunque, è un tema prioritario. Molto allarmante. «Il dettaglio degli incrementi segnala un ulteriore record nei sequestri di cocaina» si legge nella relazione. «Dopo l’exploit del 2020, in cui i volumi erano arrivati a 13,6 tonnellate, raggiungono la quota di 20,07 tonnellate, traguardo assoluto senza precedenti nel passato. L’incremento percentuale rispetto all’anno precedente, che già aveva segnato un considerevole aumento rispetto al 2019 (+64,25%) e al 2018 (+127,76%), è del 47,66%». Per l’Antidroga si tratta di un «trend vertiginoso»

L’Italia al centro dei traffici

Sulla cocaina il nostro Paese non è solo un approdo di consegna, smercio, spaccio e consumo. Dal 2020 ormai si conferma «una “nuova” rotta mediterranea che, dopo aver fatto tappa negli scali nazionali (Gioia Tauro, innanzitutto)» consente «a compagini criminali etniche, in particolare albanesi e serbo-montenegrine, di trasferire lo stupefacente nei porti dell’area balcanica, del Mar Egeo e del Mar Nero». Emerge così «uno scenario operativo» dove l’Italia diventata «punto di snodo e di passaggio verso altri mercati di consumo dello stupefacente». In ballo ci sono «le organizzazioni criminali balcaniche, in grado di instaurare rapporti di stretta collaborazione con i cartelli criminali dei produttori e i sodalizi più strutturati della criminalità autoctona».

Droga “dello stupro”: sequestri triplicati

Fra le droghe sintetiche in Italia si registra un boom per i sequestri della cosiddetta “droga dello stupro”, triplicati rispetto al 2020. «È in aumento il bilancio dei sequestri di sostanze liquide rispetto a quelli riguardanti le quantità in dose o polvere - si legge - ammontano a circa 90 litri i sequestri di Gbl e ad oltre 5 litri quelli di Ghb, due potenti sedativi dissociativi, tristemente noti per il loro impiego come “rape drugs”». Sono sostanze «tornate alla ribalta della cronaca per la scoperta di un vasto fenomeno di spaccio perpetrato attraverso siti di vendita on line, che ha portato a triplicare i sequestri rispetto all’anno precedente». Nella relazione emerge come siano state accertate 32 nuove sostanze psicoattive, di cui cinque mai individuate prima in Italia. Prodotte con l’obiettivo di eludere i controlli perché non ricomprese nelle tabelle internazionali.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti