ospitalità

Su Gologone, la stagione in Sardegna apre all’insegna della privacy nella natura

Gli investimenti della famiglia Palimodde riconsegnano un hotel rinnovato nella piscina e nel parco dove l’ospitalità sarda viene declinata con stile

di Paola Dezza

default onloading pic

Gli investimenti della famiglia Palimodde riconsegnano un hotel rinnovato nella piscina e nel parco dove l’ospitalità sarda viene declinata con stile


2' di lettura

Dieci ettari di natura addomesticata e selvaggia saranno la cornice ideale di una vacanza in Sardegna. Al Su Gologone, l’hotel della famiglia Palimodde, icona di stile e di eleganza nel cuore del Supramonte, privacy e distanziamento sociale sono assicurati in modo naturale grazie alla posizione dell’hotel e alla particolare struttura che vede molte camere come casette singole. L’hotel riapre il 6 giugno con tutti gli accorgimenti imposti dalla pandemia da coronavirus.

E adesso che si sta sgomberando il campo da timori di non poter arrivare nell’isola (le ultime notizie dicono che il governatore sardo Solinas non voglia imporre esame sierologico e tampone ma semplicemente il tracciamento dei turisti), organizzare una vacanza sembra più semplice.

«Il nostro albergo riapre le sue porte consapevole del momento, ma certo di poter offrire una esperienza unica a contatto diretto con la natura - dice Giovanna Palimodde, anima dell’albergo e ideatrice di tutte le novità che ogni anno accolgono i clienti -. Il nostro albergo è strutturato in diverse casette come se fosse un piccolo borgo e la maggioranza delle camere ha un terrazzo o un giardino privato. Non solo, in alcune suite si può anche scegliere di dormire all’aperto. In questi mesi abbiamo lavorato anche per rinnovare l’architettura del parco, della piscina e delle camere».

Saranno seguiti alla lettera tutti i protocolli di sicurezza, dalla misurazione della temperatura all’uso di mascherine, dal mantenimento della distanza di sicurezza alla sanificazione continua, ma poter svolgere attività all’aria aperta come i corsi di cucina o di ricamo che la struttura organizza è già un vantaggio. Il distanziamento sociale avviene spontaneo. Ogni angolo offre spazio per pensare e riposare, lontano dagli altri.

Su Gologone, icona di stile e lusso nel Supramonte

Su Gologone, icona di stile e lusso nel Supramonte

Photogallery19 foto

Visualizza

«Quest’anno implementeremo l’esperienza delle cene nell’orto sotto le stelle - dice ancora Giovanna Palimodde -, ma ci saranno anche cene itineranti esperienziali. Resta da scoprire il giardino segreto, aperto l’anno scorso, un luogo dove il cliente si può rilassare in mezzo agli alberi. Negli alberi stessi sono stati creati dei nidi dove rifugiarsi a leggere in completo relax». Ogni anno in hotel si aprono nuove esperienze per i clienti. «Quest’anno in particolare saranno effettuate in esterno le degustazioni di vino e anche le cooking class» dice ancora l’intervistata.

Le cucine sono pronte, perché il Su Gologone è rinomato per i suoi ristoranti, e sono aperte le Botteghe d’arte dove si modellano e ricamano nuovi meravigliosi cuscini e manufatti per gli ospiti, che si trovano anche nelle stanze. Vero e proprio tempio del gusto da decenni, il ristorante del Su Gologone è un patrimonio di cultura gastronomica, grazie ai prodotti di eccellenza della terra di Oliena.

Ma l’offerta si arrichisce anche di corsi di yoga in terrazza, corsi creativi di ceramica, trekking lungo i sentieri della Sardegna più autentica, gite in kayak risalendo il fiume Cedrino.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti