grande distribuzione

Suning, dopo l’Inter si compra anche Carrefour (in Cina)

Suning.com, il colosso cinese del retail attivo anche nell’e-commerce fondato da Zhang Jindong, ha raggiunto l'intesa per rilevare l'80% delle operazioni locali di Carrefour per 4,8 miliardi di yuan (700 milioni di dollari)


Le Gala, a Carrefour Italia il premio per l’inclusione

1' di lettura

Suning.com, il colosso cinese del retail attivo anche nell’e-commerce fondato da Zhang Jindong, ha raggiunto l'intesa per rilevare l'80% delle operazioni locali di Carrefour per 4,8 miliardi di yuan (700 milioni di dollari). Il gruppo francese, attivo dal 1995 e in possesso di una rete
di 210 ipermercati in circa 50 città, sconta gli effetti della crescita indebolita di Pechino e la concorrenza dell'e-commerce, al punto da chiudere il 2018 con una perdita netta prossima ai 600 milioni di yuan su ricavi in calo dell'8%, a 29,9 miliardi.

LEGGI ANCHE / Non solo Inter, Suning apre un ufficio per lo sviluppo aziendale in Italia

Con l'acquisizione, Suning rafforza “la competitività di mercato della rapida evoluzione dei beni di consumo”, ampliando la base dei clienti e la rete logistica. Carrefour ha circa 30 milioni di utenti registrati in Cina che saranno così avviati verso i servizi e i negozi di Suning che, a sua volta, userà i sei centri di distribuzione dell'operatore francese per rendere
più efficiente il suo servizio di consegna. Suning, che nel calcio controlla l'Inter, ha un network di 8.815 negozi in Cina a fine 2018. Carrefour manterrà una quota del 20%, mantenendo la valutazione strategica del mercato retail cinese.

LEGGI ANCHE / Carrefour, revisione degli iper. Previsti quasi 600 esuberi

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...