Prodotti

Superbatteria e colori più sobri, ecco i nuovi smartphone 5G della Motorola

Presentati Motorola G100 e G50 due smartphone di fascia bassa per il 5G. Arriva anche la modalità desktop

di Luca Tremolada

2' di lettura

Motorola è ritornata. Quasi raddoppiato il fatturato in Italia con risultati superiori in termini di vendite agli altri Paesi europei. Come ha spiegato in un incontro online Carlo Barlocco, direttore generale per l’Europa, il marchio di smartphone oggi di proprietà dei cinesi di Lenovo vuole ritornare a essere quello che è stato nel passato. E la strategia sembra quella di aggredire il mercato nella fascia più bassa del 5G, quella più interessante per aumentare i volumi di vendita. Ecco quindi due nuovi smartphone, il Motorola G100 e il G50, rispettivamente 599 euro il primo e 279 euro entrambi per le reti di nuova generazione. Il più interessante tra i due è sicuramente il G50, uno dei più economici sul mercato. Ma vediamoli meglio.

Le immagini

Le immagini

Photogallery4 foto

Visualizza

Come sono fatti

ll Motorola G100 avrà un display da 6,7 pollici che offre una risoluzione Full HD +. Due occhietti che ospitano i sensori da 8MP e 16MP. Mentre dietro abbiamo le quattro fotocamere: la principale da 64MP, 16 MP e doppio sensore da 2MP per macro e profondità degli scatti. Il cervello è un chip Snapdragon 870 affiancato da 12GB di RAM e 256GB per l'archiviazione interna, espandibili tramite microSD fino ad 1TB. Il punto di forza della famiglia Motorola G è l’autonomia, che garantirebbe oltre due giorni di carica. Stessa batteria (5000 mAh) per il G50 ma chip meno potente (Snapdragon 480), schermo più contenuto da 6,5 pollici e comparto fotografico più contenuto. Ricordiamo che parliamo di uno smartphone low cost che ora è competitivo con i prodotti della stessa classe di Xiaomi e Samsung.

Loading...

La novità si chiama Ready for, la versione desktop

Arriva anche in Italia Ready For, una modalità desktop tipo Samsung DeX che si appoggia a una cavo da USB-C a HDMI  per connettere lo smartphone al televisore o a uno schermo più grande. L’operazione è semplice (chi vi scrive ha lo smartphone in prova), il dispositivo in automatico trasmette un ambiente di lavoro e si trasforma in una sorta di telecomando touch o in uno schermo addizionale. Comodo per trasmettere video, guardarsi una serie tv su un televisore non smart, giocare o gestire una videochiamata.

Prime impressioni.

Non è un camerphone, nel senso che per quanto il comparto fotografico sia migliorato non è un dispositivo che fa dell’imaging il suo punto di forza. E’ però uno smartphone con personalità, curato nel design ed elegante anche senza essere prezioso. Se la gioca con smartphone più pompati a parità di specifiche tecniche ma ha il vantaggio di avere forse più chiaro di altri che lo smartphone oggi è un oggetto dove prevale l’utilità d’uso. Da qui forse la scelta di abbandonare colori troppi eccentrici per concentrarsi su un bel grigio (Steel Grey) e azzurro (Acqua Green) per il G50. Per il G100 ancora azzurrini (Iridescent Sky, Iridescent Ocean) e un grigio più brillante (Slate Grey).


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti