ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRistrutturazioni

Superbonus al 110%, giallo sull’11 novembre ma la data per le delibere resta il 24

Gli addetti ai lavori sono rimasti spiazzati dalle parole del ministro dell’Economia, ma il Governo sposterà solo il termine per presentare le Cilas

di Giuseppe Latour e Giovanni Parente

(Alfons Photographer - stock.adob)

2' di lettura

Per le delibere condominiali il termine resta fermo al 24 novembre. Vuol dire che le assemblee che hanno approvato i lavori entro quel termine hanno uno dei requisiti (l’altro è la presentazione della Cilas), essenziali per salvare il superbonus al 110% anche nel 2023. Questo, nonostante le parole di giovedì sera del ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti abbiano generato un po’ di confusione nel mercato. Il titolare di via XX settembre aveva, infatti, parlato di un termine spostato all’11 novembre.

Le parole di Giorgetti

Tornando alle parole di Giorgetti, il titolare di Via XX settembre aveva spiegato che, per quanto riguarda i termini per la presentazione della Cilas, questi saranno prorogati al 31 dicembre, «però con le delibere condominiali bloccate all’11 novembre». L’indicazione di questa data ha scatenato il panico tra gli addetti ai lavori, perché di fatto avrebbe spostato la dead line già indicata dal decreto Aiuti quater: il 24 novembre.

Loading...

La scadenza per i condomini

In realtà, quello del ministro è stato semplicemente un errore. Le modifiche in approvazione da parte dell’esecutivo non toccheranno il termine relativo alle assemblee condominiali, come peraltro ha detto Giorgetti. Resta la scadenza indicata dall’Aiuti quater: il 24 novembre. Oltre questo termine non si potrà accedere alla proroga.

La proroga per le Cilas

La novità (che sarà inserita nella legge di Bilancio) modificherà, invece, il secondo requisito indicato dal decreto per salvare il 110% per il 2023: il termine per la presentazione delle Cilas. Dopo il click day che, lo scorso 25 novembre, aveva costretto committenti e progettisti a una corsa contro il tempo per dribblare all’ultimo secondo il 90%, ci sarà tempo fino al 31 dicembre per presentare le comunicazioni di inizio lavori asseverate legate agli interventi di superbonus.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti