ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl quesito del Lunedì

Superbonus, la comproprietà tra coniugi fa raddoppiare gli appartamenti agevolati

Ammessi interventi trainati su due alloggi del condominio a carico di un coniuge, e interventi su un altro alloggio del condominio da parte dell’altro coniuge comproprietario

di Alessandro Borgoglio

Superbonus, presidente Ance: "Al governo chiedo exit strategy"

2' di lettura

Domanda. Sono comproprietario con mia moglie di tre appartamenti nello stesso condominio e di una casa unifamiliare nel territorio dello stesso Comune. Il condominio delibera lavori di ristrutturazione con superbonus al 110% e sarei intenzionato a effettuare lavori trainati su tutti gli appartamenti, facendo fatturare due appartamenti a un coniuge e l'altro appartamento all'altro coniuge. Vorrei sapere se è possibile ricorrere al superbonus del 110% anche per la casa unifamiliare e se è consentito effettuare lavori trainati pure su quest'ultima, magari con fattura a carico del solo coniuge che ha avuto un'unica fatturazione per i lavori trainati nel condominio.
G.M.G. - Chiavari

Risposta. Come correttamente ipotizzato nel quesito, possono essere effettuati gli interventi trainati su due alloggi del condominio a carico di un coniuge, mentre gli altri interventi trainati su un altro alloggio del condominio possono essere effettuati da parte di un altro coniuge comproprietario, potendo quest'ultimo ancora accollarsi anche gli interventi trainanti e trainati sull'edificio unifamiliare in comproprietà (che risulti accatastato come singola unità immobiliare). In tal modo, si potrebbe fruire del superbonus per tuttel e proprietà, pur rispettando il vincolo dell'articolo119, comma 10, del Dl 34/2020, per cui «le persone fisiche di cui al comma 9, lettere a) e b), possono beneficiaredelle detrazioni di cui ai commi da 1 a 3 per gli interventi realizzati sul numero massimo di due unità immobiliari, fermo restando il riconoscimento delle detrazioni per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell'edificio».

Loading...

Il quesito è tratto dall'inserto L’Esperto risponde in edicola con Il Sole 24 Ore di lunedì 20 giugno.

Consulta L'Esperto risponde per avere accesso a un archivio con oltre 200mila quesiti, con relativi pareri. Non trovi la risposta al tuo caso? Invia una nuova domanda agli esperti

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti