ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCasa

Superbonus, Poste riapre l’acquisto di crediti d’imposta

Ripartenza da ottobre. Saranno interessate solo le persone fisiche e le prime cessioni fino a 50mila euro

L'Amministratore Delegato di Poste italiane Matteo Del Fante alla presentazione del Fraud Prevention Center il Centro antifrode di Poste italiane presso la sede dell'EUR, Roma, 21 marzo 2023. ANSA/FABIO CIMAGLIA

2' di lettura

Poste Italiane riapre il servizio di acquisto dei crediti d'imposta a partire dai primi giorni di ottobre. Lo comunica l’azienda in una nota precisando che l'iniziativa è «in linea con le indicazioni del Governo» e «conferma il sostegno costante di Poste Italiane alle famiglie e al sistema Paese». L'acquisizione dei crediti sarà rivolta esclusivamente alle persone fisiche e limitata alle cosiddette prime cessioni per un ammontare massimo di 50mila euro, precisa Poste nella nota.

Nuovo sbocco per i proprietari

Una decisione molto attesa da parte dei proprietari di immobili che hanno effettuato lavori che danno diritto al superbonus e agli altri bonus casa e sono rimasti senza trovare un acquirente per quegli importi.

Loading...

Già acquistati 10 miliardi di crediti

Tanto per capire la rilevanza di Poste nel mercato delle cessioni basta ricordare che la società aveva acquistato crediti per un importo complessivo di 10 miliardi e tutte le pratiche pregresse sono state liquidate.

Ripartenza selettiva

Si tratterà, comunque, di una ripartenza selettiva. Infatti, come precisato dalla nota, saranno interessati dal nuovo “pacchetto” di acquisti solo i contribuenti persone fisiche. Questo vuol dire che non saranno coinvolte le imprese, ed è sicuramente un fattore da considerare. Altro aspetto importante è che saranno interessate solo le prime cessioni e non quelle successive. C’è poi la questione del tetto: viene, infatti, fissato un massimo di 50mila euro.

La proroga per le villette decisa dal Governo

L’annuncio di Poste arriva nel giorno in cui il Governo rende noto, con il comunicato stampa del Consiglio dei ministri che si è svolto lunedì 7 agosto, «la proroga, dal 30 settembre 2023 al 31 dicembre 2023, del termine finale entro cui le persone fisiche possono beneficiare del “superbonus 110 per cento” sulle spese sostenute per interventi agevolati, su edifici unifamiliari e unità immobiliari indipendenti e autonome, che alla data del 30 settembre 2022 avevano già raggiunto una percentuale di completamento dei lavori pari almeno al 30 per cento».

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti