ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùMaratona notturna

Manovra a rilento, si riprende alle 13. Superbonus, proroga per condomini con delibere entro il 18 novembre

Per gli interventi diversi da quelli effettuati dai condomini, la Cila deve essere stata presentata entro il 25 novembre

Aggiornato alle ore 22:47

Manovra, Salvini: “Non siamo in grado di promettere miracoli”

4' di lettura

La proroga al 31 dicembre 2022 per poter beneficiare del Superbonus al 110% vale solo per i condomini, ma a condizione che la delibera assembleare che ha approvato l’esecuzione dei lavori sia stata adottata prima del 18 novembre 2022. È quanto emerge dall’emendamento del governo alla manovra, che modifica le disposizioni del decreto Aiuti quater. Per gli interventi diversi da quelli effettuati dai condomini, invece, la Cila deve essere stata presentata entro il 25 novembre. E per i condomini che al 25 novembre hanno effettuato la Cila le delibere assembleari devono essere state adottate tra il 19 e il 24 novembre 2022.

La proroga per usufruire dell’incentivo pieno al 110% vale anche per gli interventi di demolizione e ricostruzione degli edifici, purché l’istanza per l’acquisizione del titolo abilitativo sia presentata entro il 31 dicembre 2022 (dal termine del 25 novembre indicato originariamente nel decreto aiuti quater).

Loading...

Commissione, lavori a oltranza

Cinque emendamenti a firma dell’esecutivo che arrivano nottetempo alla Camera e un pacchetto dei relatori che si preannuncia della stessa portata di fatto portano la legge di bilancio a raddoppiare, quantomeno per il numero degli articoli. L’opposizione va all’attacco, nel merito e nel metodo vedendosi, però, in qualche modo costretta a non rompere del tutto il dialogo di fronte al rischio di esercizio provvisorio.

Dopo una pausa dei lavori durata un’ora e mezza, decisa in concomitanza con la riunione dei capigruppo, è ripresa la seduta in commissione Bilancio alla Camera. I lavori andranno avanti a oltranza, esaminando gli emendamenti parlamentari, con l’obiettivo di arrivare a dare il mandato al relatore entro la notte.

Aumento sigarette dimezzato, rincaro sul trinciato

Una riduzione dell’aumento previsto per il pacchetto di sigarette e un contemporaneo aumento delle confezioni di trinciato. E’ l’effetto delle novità previste da uno degli emendamenti del governo. In particolare per un pacchetto di prezzo medio (circa 5 euro) l’aumento previsto inizialmente di 20 centesimi scende a circa 10-12 centesimi. Il mancato gettito, di circa 48 milioni, viene invece coperto aumentando il tabacco trinciato: per le confezioni più diffuse rincaro sarà di circa 40 centesimi.

Meloni: legge di Bilancio sarà nei tempi previsti

Rassicurazioni arrivano intanto dalla premier sul timing di approvazione del provvedimento. «Chi evoca l’esercizio provvisorio cerca l’esercizio provvisorio». dice Meloni a margine della cerimonia per la festa dell’Hannukkah a Roma. «Per quanto ci riguarda andiamo avanti e mi sento di garantire che ci sarà la legge di Bilancio nei tempi previsti».

Pos, si valuta un fondo ristori con le banche

Alcune delle novità prendono forma nella manovra alla luce delle modifiche previste negli emendamenti messi a punto dal governo. Salta il tetto sui pagamenti digitali: è soppresso il limite di 60 euro entro il quale gli esercenti potevano rifiutare transazioni con bancomat e carte. Si lavora perà a un fondo anche con le banche per mettere in campo ristori per i commercianti: il sistema dovrebbe essere quello dei crediti di imposta.

Pensioni, dall’80 all’85% la rivalutazione

Sale dall’80 all’85% la rivalutazione delle pensioni tra 4 e 5 volte il minimo (circa 2000-2500 euro). Ma per quelle più alte gli scaglioni vengono rivisti con una riduzione della percentuale. È previsto poi l’innalzamento a 600 euro delle pensioni minime per gli over 75, ma solo per il 2023. Quanto a Opzione donna non cambia la stretta introdotta in manovra: l’anticipo pensionistico sale a 60 anni, riducibile di un anno per ogni figlio e nel limite massimo di 2 anni, ed è solo per tre categorie di lavoratrici (caregiver, invalide almeno al 74% e licenziate o dipendenti da aziende in crisi). Nell’ambito dell’assegno familiare, per i nuclei con quattro o più figli la maggiorazione mensile forfettaria sale da 100 a 150 euro. Aumenta anche l’indennità del congedo parentale, dal 30 all’80%, per un mese aggiuntivo entro il sesto anno d’età dei figli: possono usarlo entrambi genitori, in via alternativa.

Sui mutui passaggio (condizionato) al fisso

Arriva la possibilità di modificare il tasso del mutuo da variabile a fisso. Ma solo per mutui in origine non superiori a 200mila euro e per chi ha un’Isee non superiore a 35mila euro e che non abbia avuto ritardi nei pagamenti.

Per il taglio del cuneo soglia più alta

Sale da 20 a 25mila euro la soglia di reddito entro la quale i lavoratori dipendenti possono beneficiare del taglio del cuneo di 3 punti percentuali. Vale oltre 500 milioni.

Reddito di cittadinanza, ridotte le mensilità

Vengono ridotte da 8 a 7 le mensilità per i percettori del sussidio. Per favorire il loro rientro nel mercato del lavoro viene innalzata da 6.000 a 8.000 euro la soglia massima per l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato i beneficiari del reddito.

Più fondi per la Nuova Sabatini

Arrivano altri fondi, pari a 150 milioni per il 2023-26, per la Nuova Sabatini per gli investimenti delle Pmi. Previste anche misure anche a supporto della competitività delle imprese italiane.

Le altre misure

Per le società sportive i versamenti tributari sospesi per l’emergenza sanitaria possono essere pagati o in un’unica soluzione entro il 31 dicembre 2022 oppure in 60 rate di pari importo, con una maggiorazione del 3%. Passando agli extraprofitti, si prevede che la tassa viene applicata solo alle società con almeno il 75% di ricavi da energia. Viene inoltre ridotta al 5% l’Iva sul teleriscaldamento, mentre scende al 10% quella sui pellet. Arriva inoltre un incremento di 30 milioni dal 2023 del contributo per le scuole paritarie. La modifica non è ancora nero su bianco, ma si attende una revisione del bonus per i diciottenni, con un tetto Isee. Infine ondata di assunzioni nei ministeri. Per il ministero degli Esteri è autorizzata l’assunzione di 520 unità. Assunzioni anche per il ministero della Difesa e fondi anche per l’aumento degli organici delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco.

Lo spazio per le coperture

A garantire coperture, oltre alla stretta sul reddito, anche l’innalzamento al 16% della tassa sull’acquisto delle partecipazioni e dei terreni edificabili (253 milioni) e dalla proroga al 2024 delle concessioni sui giochi (275 milioni in due anni).

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti