ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAuto

Supercar elettrica con capacità di carico da familiare

di Massimo Mambretti

La Turbo S ha una batteria da 93,4 kWh ricaricabile in mezz'ora fino all'80%. Autonomia: 460 km e 0-100 in 2.8 sec

2' di lettura

E

lettrica ma con il primato di proporre anche la Porsche più potente in assoluto, la Taycan propone tre varianti di carrozzeria. L’ultima arrivata è la Sport Turismo, ovvero la versione station wagon che eredita la linea dalla tutto terreni Cross Turismo, dalla quale si distingue solo per l’assetto ribassato da stradista high-performance e per l’assenza delle personalizzazioni di stampo off-road sulla carrozzeria. La Sport Turismo offre, però, la stessa funzionalità della versione che non teme di andare fuori dall’asfalto, grazie alla capacità di carico che arriva sino a 1.200 litri. Certo non un record per una “famigliare” lunga quasi 5 metri e in cui viaggiano comodamente quattro persone, grazie anche al padiglione che non incombe troppo sulla testa di chi siede dietro e che non si riflette sull’accessibilità, come invece capita sulla Taycan coupé a quattro porte.

Loading...

La Taycan Sport Turismo è una Porsche pura perché non concede sconti alle performances con nessuna delle sue versioni. Infatti, la gamma offre powertrain, mono o bimotore per le versioni a trazione integrale, con potenze che partono da 326 cavalli e salgono a 489 cavalli nel caso della 4S, a 517 in quello della Gts, a 625 in quello della Turbo e che arrivano, addirittura, a 761 cavalli per la Turbo S grazie alla funzione overboost.

Questa Taycan Sport Turismo mette d’accordo le diaboliche tentazioni delle prestazioni con la benedizione dell’acquasanta impregnata dagli elettroni. Al riguardo, la Turbo S raggiunge i 260 all’ora e tocca i 100 orari in 2”8 ed è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 93,4 kWh integrata in una rete da 800V, che permette ricariche in corrente continua sino a 270 kW con cui in meno di mezzora si rifornisce la “pila” all’80%. Questa Sport Turismo promette un’autonomia che arriva sino a 460 chilometri e un consumo medio di 24 kWh per 100 chilometri.

La Turbo S sin dal primo approccio ispira subito la sensazione di essere una granturismo Doc, a dispetto del fatto che con la modalità più eco-friendly si muova silenziosamente e offra un confort elevato, grazie alla taratura più soffice delle sospensioni elettroniche. La sua reale tempra affiora a con la Sport e ancora più con la Sport+, con la quale la reattività del powertrain imprime in un batter d’occhio prestazioni mozzafiato che fanno passare in secondo ordine la tonalità “sintetica” che le accompagna. Tanto più che il comportamento impresso dal settaggio dell’assetto, dalla trazione integrale e dalle quattro ruote sterzanti contrastano gli effetti della massa (2.300 kg) e delle dimensioni, rendendo la guidabilità molto divertente e rassicurante anche tra le curve.

Insomma, quello che ci si attende da un’auto di questa caratura e che costa 200.000 euro, ma dalla quale come nel caso di altre Porsche ci si aspetterebbe anche un equipaggiamento di serie più completo. Facile, quindi, sfondare questo prezzo sia perché si pagano a parte alcune tecnologie ormai standard anche su utilitarie, per esempio il cruise control adattivo o, addirittura, gli specchi ripiegatili elettricamente, sia perché la lista degli optional qualificanti è smisurata.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti