dopo le dimissioni del 5 stelle mura

Suppletive Camera, Cagliari al voto: è il primo di 9 test elettorali del 2019

di Andrea Gagliardi


Europee, Regionali e Comunali: i nove appuntamenti elettorali nel 2019

2' di lettura

Seggi elettorali aperti dalle 7 di domenica mattina, 20 gennaio, a Cagliari, in Sardegna, per il voto dello scranno della Camera dei deputati lasciato libero dal velista Andrea Mura, eletto il 4 marzo scorso nelle fila del M5S e poi dimessosi ed espulso dal Movimento in seguito delle polemiche sulle sue assenze in Parlamento. Alle suppletive per il collegio uninominale di Cagliari sono in corsa 4 candidati, poco più di 240mila gli elettori. Oltre al capoluogo, il voto è previsto anche a Burcei, Maracalagonis, Monserrato, Quartu, Quartucciu, Sinnai e Villasimius. Alle 19 si è registrata un’affluenza del 12,05 per cento. Su oltre 251mila aventi diritto si erano recati ai seggi 30.334 elettori. I seggi rimarranno aperti sino alle 23, quando ci sarà l’ultima rilevazione dell’affluenza e inizieranno le operazioni di scrutinio.

Gli appuntamenti elettorali del 2019
Quello del 20 gennaio è il primo di nove appuntamenti elettorali nel 2019 (regionali in Abruzzo il 10 febbraio, regionali in Sardegna il 24 febbraio, regionali in Basilicata a fine marzo, europee e regionali in Piemonte il 26 maggio, amministrative in quasi 4mila città a giugno, regionali in Calabria ed Emilia Romagna in autunno) che metteranno alla prova la tenuta della maggioranza gialloverde, con M5s e Lega schierati sempre su fronti diversi.

GUARDA IL VIDEO - Europee, Regionali e Comunali: i nove appuntamenti elettorali nel 2019

I risultati delle elezioni del 4 marzo 2018
Nel collegio di Cagliari alle elezioni politiche dello scorso 4 marzo il M5s aveva vinto con il 38,4% dei voti. Il candidato di centrodestra Ugo Cappellacci era arrivato secondo con il 32,6%. E all’interno del centrodestra Forza Italia si era imposta come primo partito con il 15,3%, contro l’11,3% della Lega. Solo terzo il candidato di centrosinistra Luciano Uras con il 19,4%. Leu aveva presentato una sua lista che non è andata oltre il 3,8%

Centrosinistra unito
Quattro adesso gli aspiranti deputati. Per il centrosinistra corre il giornalista Andrea Frailis, che ha lavorato per il gruppo Unione Sarda e che si presenta sotto il simbolo di Progressisti di Sardegna. Il nome di Frailis ha riunito l’intero centrosinistra, compresa Leu, anche se poi si è tirato fuori il Centro democratico, più per questioni di metodo che di nome.

Nel centrodestra il candidato è di Forza Italia
Per il centrodestra in campo c'è Daniela Noli (Forza Italia), psicoterapeuta, ex dipendente del partito a livello nazionale. Quanto al simbolo, all'interno dello stesso contrassegno ci sono i tre simboli di Fi, FdI e Lega. Silvio Berlusconi sarà nel cagliaritano giovedì 17 e venerdì 18 gennaio, protagonista di un tour a sostegno di Noli.

M5s corre da solo
È Luca Caschili, 46 anni, invece, il candidato del Movimento 5 stelle. Ingegnere ambientale, assessore all'Urbanistica del Comune di Carbonia, ha depositato la propria candidatura e il simbolo in Corte d'Appello a Cagliari pochi minuti prima della scadenza dei termini.
Per Casa Pound c'è Enrico Balletto, allenatore di pallavolo del Sarroch e già candidato nell’uninominale al Senato in occasione del 4 marzo.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...