consumi

Sushi per un italiano su due, import record di salmone dalla Norvegia

di Vincenzo Chierchia


(Lukas Gojda - stock.adobe.com)

1' di lettura

Italiani pazzi per il sushi, ora anche nei supermercato oltre che nei ristoranti di cucina giapponese. L'ultima tendenza è il sushi-corner - come risulta da una indagine Nielsen presentata nel corso di un seminario organizzato a Milano dal Norwegian seafood council -, ovvero l'angolo dedicato alla preparazione del sushi, all'interno delle principali catene della grande distribuzione. Questa soluzione è molto gradita visto che il 43% dei consumatori ha acquistato sushi presso i corner della gdo negli ultimi tre mesi. «In Italia, la grande distribuzione, nei primi mesi del 2019 ha registrato un incremento notevole riguardo il segmento seafood a seguito anche del grande successo dei sushi corner che hanno fatto registrare un giro d'affari pari a 113,2 milioni, con un tasso di crescita del 5,4% e presenta ancora ampi margini di crescita» dice Andrea Succi, sales leader analytics Nielsen Italia.

Uno scenario che offre importanti prospettive al Paese scandinavo. «Il salmone norvegese - dichiara Trym Eiden Gundersen, direttore Italia del Norwegian seafood council - è diventato il prodotto ittico principale nel mercato italiano; mercato che nel 2018 ha fatto registrare un'importazione dalla Norvegia da record con 62mila tonnellate, che raggiungono oltre 100mila tonnellate se si considerano tutti i canali di importazione di salmone norvegese, e un incremento del 18% rispetto all'anno precedente».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti