ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl progetto

Sviluppo digitale, a Padova il data center al servizio del territorio

Firmato Nehos e realizzato da In-Site il centro ha recuperato un vecchio capannone per le attività di cyber security e disaster recovery

di Valeria Zanetti

 Rendering della sede a Padova: il progetto risponde ai criteri più all’avanguardia nel design di Data center

4' di lettura

In quello che era un capannone industriale dismesso, in via Romania 12 a Padova, completamente riqualificato anche in termini di efficienza energetica, trova posto un Data Center che punta ad accelerare lo sviluppo digitale del NordEst.

Sarà operativo nei primi mesi dell’anno e lo realizza NEHOS; a progettarlo è In-Site, società di ingegneria integrata specializzata nella progettazione e realizzazione di infrastrutture tecnologiche complesse. NEHOS fornisce servizi personalizzati per il settore industriale, retail e terziario: con soluzioni per semplificare l’accesso al dato per consentire alle aziende o agli utenti di sfruttare le risorse informatiche nella maniera più semplice e efficiente possibile.

Loading...

«Il nuovo data center è una struttura strategica per garantire la business continuity e la cybersecurity, fino alla protezione dei dati in caso di eventi climatici eccezionali, al servizio di tutte le imprese del NordEst interessate a esternalizzare i propri server in sicurezza e delle imprese nazionali e internazionali per fruire di servizi di Data Center e replicare i propri servizi esistenti», spiega Pietro Matteo Foglio, ceo & founder di IN-Site. Il centro copre una superficie di circa 600 metri quadri, ed è dotato di tecnologia avanzata che assicura la massima ridondanza e interconnessione verso internet, grazie all’infrastruttura di rete e in particolare a un anello proprietario di fibra ottica dedicata di 9 km di cavo.

Nello specifico sul fronte del Disaster recovery l’attività consiste nel replicare i server fisici e virtuali in data center attivabili in caso di disastro, garantendo la business continuity: «Il cliente è seguito a 360°, dall’ideazione delle procedure necessarie ripristinare l’accesso e la funzionalità delle infrastrutture IT nel caso si verifichino eventi disastrosi naturali o causati dall’uomo, anche con test periodici di efficienza» spiega Massimo Tozzato, presidente e amministratore delegato di NEHOS.

Per i dati è previsto un doppio livello di sicurezza: «Nehos può contare su due Data Center connessi tra loro e localizzati a Padova – di cui uno in via di realizzazione. Si trovano nei pressi del VSIX, il nodo di interscambio internet del Nord Est. La loro vicinanza è strategica perché garantisce un doppio salvataggio dei dati in tempo reale anche in modalità sincrona senza perdita di performance».

I clienti - aziende di diverso genere in tutto il territorio regionale e nazionale - possono anche posizionare qui i propri sistemi evitando costi di gestione e posizionamento dell’hardware nella propria sede». Per aziende che desiderano posizionare quote di infrastrutture hardware su Data Center distanti con banda riservata, per evitare problemi di congestione lungo le rotte, si delocalizza l’apparecchiatura necessaria e si mette in connessione.

I Servizi SOC (Security Operation Center) consistono invece in tecnologie avanzate per identificare, analizzare e rispondere agli eventi di sicurezza in tempo reale, proteggendo l’organizzazione da eventuali blocchi e malfunzionamenti dei sistemi, così come da minacce informatiche, intervenendo tempestivamente. Sul fronte della Cybersecurity – gli attacchi hacker sempre più frequenti e capaci di bloccare o tenere in ostaggio l’attività di aziende, ma anche aeroporti o ospedali - si integrano tecnologie di difesa come firewall, sandbox, antivirus centralizzati e delocalizzati, sistemi di rilevamento delle intrusioni e antispam e si offrono servizi basati su intelligenza artificiale.

La nuova infrastruttura recupera e riqualifica un capannone industriale dismesso e sarà all’avanguardia anche in termini di sostenibilità_ed efficienza energetica: sarà dotato di un impianto fotovoltaico a intera copertura della superficie e di un sistema di ottimizzazione dell’illuminazione per contribuire al fabbisogno e al risparmio energetico complessivi della medesima e alla riduzione di emissioni di CO2. L’impianto fotovoltaico, in particolare, sarà in grado di produrre circa 110 MWh all’anno destinati a coprire dal 15 al 25% dei consumi di energia elettrica del Data Center. «Per una realtà come la nostra, disporre di una rete di data center proprietari è fondamentale – prosegue Massimo Tozzato, presidente e amministratore delegato di NEHOS -. Questo nuovo modello intende essere il fiore all’occhiello della nostra organizzazione, elevando l’area del Nord Est ad hub per l’innovazione tecnologica e lo sviluppo delle aziende di tutto il territorio locale, nazionale e extra nazionale. Il progetto è anche importante per il tema della sostenibilità e del recupero dell’esistente su cui ci siamo trovati allineati fin da subito con i progettisti».

Il progetto risponde ai criteri più all’avanguardia nel design di Data Center e integra gli spazi che custodiscono i dati e le macchine con quelli in cui vi è la presenza umana. È stato realizzato anche un camminamento aereo al di sopra delle strutture metalliche della server room per permettere di constatare direttamente le logiche funzionali, la filosofia impiantistica, i dati del sistema di monitoraggio, attraverso un led display che scorre per tutta la lunghezza della sala server. «La natura del progetto ha richiesto la capacità di integrare molteplici competenze per trasformare una sede industriale abbandonata in una macchina tecnologica all’avanguardia e funzionale, secondo, però, un approccio evoluto che ha il fattore umano e la relazione uomo-ambiente al centro» Foglio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti