CORONAVIRUS

Svolta negli Stati Uniti: i vaccinati possono riunirsi al chiuso e senza mascherina

Mentre la campagna vaccinale negli Stati Uniti cresce in velocità, sul sito dei Centers for Disease Control and Prevention sono state pubblicate le linee guida per chi è stato «pienamente vaccinato» da almeno due settimane

di Biagio Simonetta

Vaccini Covid: da aprile 100 milioni di dosi al mese nell'Ue

3' di lettura

Vaccinare tutti, vaccinare subito. L'imperativo categorico di Joe Biden, da quando è alla Casa Bianca, è un po' questo. Un cambio radicale di rotta, rispetto alla gestione di Donald Trump. E i risultati si vedono. Negli Stati Uniti, infatti, il ritmo delle vaccinazioni sta crescendo in modo esponenziale: un quarto degli americani ha già avuto almeno una somministrazione. E il 5 marzo scorso sono stati superati i 2 milioni di vaccinati in un solo giorno.
Ma c'è di più. Perché mentre la macchina vaccinale corre veloce, la Casa Bianca sta già preparando quella che sarà l'America dei prossimi mesi. I primi, dopo la vaccinazione di massa. E a leggere le linee guida pubblicate proprio oggi (8 marzo) sul sito del Centers for Disease Control and Prevention, l'agenzia federale che parte del Dipartimento della Salute, si intuisce che ci sarà una distinzione abbastanza netta fra chi è vaccinato e chi ha deciso di non sottoporsi alla somministrazione.

«I vaccini contro il Covid-19 – è scritto sul sito dell'ente - sono efficaci nel proteggerti dall'ammalarti. E le persone che sono state completamente vaccinate possono iniziare a fare alcune cose che avevano smesso di fare a causa della pandemia». La Cdc conferma che le evidenze scientifiche sull'eventualità che un vaccinato possa trasmettere il virus sono ancora scarse: «Stiamo ancora imparando come i vaccini influenzeranno la diffusione del Covid-19». E per questo «dopo essere stato completamente vaccinato dovresti continuare a prendere precauzioni in luoghi pubblici come indossare una mascherina, stare a distanza dagli altri ed evitare la folla e gli spazi scarsamente ventilati finché non ne sapremo di più». Ma le cose cambiano notevolmente sulle possibilità.

Loading...

Ecco cosa cambia

La svolta americana arriva nel paragrafo intitolato “What's Changed”. Qui, l'agenzia federale scrive che se sei stato completamente vaccinato, puoi fare una serie di cose che ad altri vengono impedite. Tipo: incontrare altre persone vaccinate, anche al chiuso, e senza la necessità di indossare una mascherina. Ma vediamo i cambiamenti nel dettaglio. Se sei stato completamente vaccinato, ora negli Stati Uniti puoi: «riunirti in casa con persone completamente vaccinate senza indossare una mascherina; radunarti in casa con persone non vaccinate di un'altra famiglia (ad esempio, visitando parenti che vivono tutti insieme) senza mascherina, a meno che una di quelle persone o qualcuno con cui convivi abbia un aumentato rischio di malattia grave da Covid-19; se sei stato con qualcuno che ha il Covid-19, non sei obbligato a stare lontano dagli altri o a fare il test, a meno che tu non abbia sintomi».

Quando scatta l'ok

Le linee guida fornite dalla Cdc dicono che le persone sono considerate completamente vaccinate trascorse due settimane dall'inoculazione della seconda dose dei vaccini bi-dose (quindi quelli di Pfizer o Moderna, dato che Astrazeneca negli Stati Uniti non è ancora stato approvato). Oppure trascorse due settimane dall'inoculazione del vaccino monodose di Johnson & Johnson (che l'Ema dovrebbe approvare per il mercato europeo a partire dal prossimo 11 marzo). Se invece «sono trascorse meno di 2 settimane dall'iniezione o se hai ancora bisogno della seconda dose, non sei completamente protetto. Continua a prendere tutte le misure di prevenzione fino a quando non sarai completamente vaccinato».

La patente di immunità

Non è ancora stato chiarito come queste nuove regole vengano applicate. Ma la sensazione è che anche gli Stati Uniti, così come l'Europa, stiano pensando all'introduzione di una “patente di immunità”. Un certificato che attesti l'avvenuta vaccinazione e che consenta, a chi ne è in possesso, una circolazione con meno vincoli. La discussione su questa ipotesi è molto accesa, anche perché le verità scientifiche sull'immunità (e soprattutto sulla capacità di trasmissione da parte di un vaccinato) sono ancora molto precarie. Inoltre, in molti Stati, la possibilità di accedere a un vaccino ha esacerbato le disuguaglianze. Ma è innegabile che, quando i vaccini saranno sufficienti per tutti, la discussione su una eventuale green card per i vaccinati sarà una grande sfida.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti