sondaggio

Swg: frenano Lega e Pd, Meloni consolida il terzo posto davanti al M5S

Saldamente in testa la Lega di Matteo Salvini che cede, però, questa settimana lo 0,4 per cento. Anche il Pd è in leggera flessione e lascia lo 0,3% rispetto alla rilevazione della scorsa settimana

di Nicoletta Cottone

Swg: in flessione Lega e Pd, Meloni ancora in ascesa

Saldamente in testa la Lega di Matteo Salvini che cede, però, questa settimana lo 0,4 per cento. Anche il Pd è in leggera flessione e lascia lo 0,3% rispetto alla rilevazione della scorsa settimana


2' di lettura

Continua l’ascesa della leader di Fdi Giorgia Meloni, che consolida la sua posizione e tiene saldamente il terzo posto, davanti al M5S. Saldamente in testa la Lega di Matteo Salvini che cede, però, questa settimana lo 0,4 per cento. Anche il Pd è in leggera flessione e lascia lo 0,3% rispetto alla rilevazione della scorsa settimana. Sono questi i risultati del sondaggio Swg, condotto nella settimana fra il 7 e il 12 ottobre su un campione rappresentativo nazionale di 1.200 maggiorenni (metodo di rilevazione Cati-Cami-Cawi). Ecco il dettaglio.

Lega e Pd in flessione

In frenata la Lega di Matteo Salvini al 24,4%,, che è comunque il primo partito della classifica delle intenzioni di voto: negli ultimi sette giorni ha perso lo 0,4 per cento. Rispetto alle Europee 2019, quando aveva incassato il 34,3%, risulta in calo di poco meno di 10 punti. Perde lo 0,3% questa settimana il Pd, al 20,5%, in calo rispetto al risultato delle Europee 2019, quando era al 22,7 per cento.

Meloni in ascesa, risale il M5S, frena Fi

Saldamente al terzo posto Fdi di Giorgia Meloni, che conquista il 16%, guadagnando lo 0,2% rispetto alla scorsa settimana. É al quattro punti e mezzo di distanza dal Pd e supera dello 0,5% il M5S. Un balzo che ormai si avvicina ai dieci punti rispetto al risultato delle Europee, quando Fdi ha incassato il 6,5 per cento. I pentastellati questa settimana guadagnano lo 0,3% e salgono al 15,5 per cento. Lieve frenata per Forza Italia di Silvio Berlusconi che incassa il 5,9%, incalo del 3,4% rispetto al risultato delle Europee 2019 (era all’8,8 per cento).

Azione perde colpi, ma è sopra Italia viva

Sinistra italiana/MdP è al 3,5% (+0,1%), Azione scende al 3,1% (- 0,2%), Italia viva sale al 3% (+0,2%), ma non riesce a superare la neo formazione di Carlo Calenda. Il partito di Emma Bonino + Europa è al 2,3%, i Verdi all’1,8%, Cambiamo di Giovanni Toti è all’1,4%. Gli altri partiti sotto l’1% sono al 2,6 per cento.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti