sondaggio

Swg: il Pd guadagna il 2,2%, la Lega lo 0,3%, il M5S perde un punto

Effetto regionali per il Pd di Nicola Zingaretti, che guadagna il 2,2 per cento

di Nicoletta Cottone

Swg: cresce di 2,2 punti il Pd, ne perde uno il M5S. Stabile la Lega

Effetto regionali per il Pd di Nicola Zingaretti, che guadagna il 2,2 per cento


2' di lettura

Effetto regionali per il Pd di Nicola Zingaretti. Nel sondaggio Swg condotto fra il 29 gennaio e il 3 febbraio sulle intenzioni di voto alle prossime Politiche il Pd guadagna il 2,2 per cento. Rispetto alla rilevazione del 26 gennaio, il M5S perde un punto, la Lega, sostanzialmente stabile, guadagna lo 0,3%, Fdi lo 0,4 per cennto. Forza Italia guadagna lo 0,4 per cento.

Sull’onda delle regionali sale il Pd
Guadagna 2,2 punti il Pd di Nicola Zingaretti. L’aumento dal 17,5% al 19,7% fa risalire il partito di Zingaretti, che resta però ancora sotto di tre punti rispetto al risultato incassato alle Europee 2019 (era al 22,7 per cento).

Stabile la Lega
Saldamente in testa e sostanzialmente stabile la Lega di Matteo Salvini, che sale dello 0,3%, dal 33% al 33,3 per cento. É un punto sotto il risultato delle Europee, quando le urne gli avevano fatto incassare il 34,3 per cento.

Perde un punto il M5s
Secondo il sondaggio Swg perde un punto il M5S. É al 13,9%, in calo di un punto rispetto alle intenzioni di voto raccolte da Swg il 26 gennaio, quando era al 14,9 per cento. É sotto di tre punti rispetto al risultato delle Europee 2019: era al 17,1 per cento.

In calo Fdi, in aumento Fi
Saldamente al quarto posto Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni al 10,2% (la scorsa settimana era al 10,6 per cento). Rispetto alle elezioni Europee ha guafagnato il 3,7% (era al 6,5 per cento). Quinto posto per Silvio Berlusconi. Forza Italia nel sondaggio di questa settimana guadagna lo 0,3%. passando dal 6% del 26 gennaio al 6,3% della rilevazione del 3 febbraio.

In calo Italia Viva
In calo Italia Viva di Matteo Renzi, che nella settimana arretra dello 0,5%: era al 4,6% il 26 gennaio, ora è al 4,1 per cento. La Sinistra/Mdp è al 3,1%, in calo dello 0,4% rispetto alla rilevazione del 26 gennaio (era al 3,5%). In crescita rispetto alle Europee: era all’1,7 per cento. Perde lo 0,1% Azione di Carlo Calenda (è al 2,6%) , come i Verdi (che sono al 2%). Più Europa è all’1,9% (era al 2,2%), Cambiamo è all’1,1% (era all’1,4% il 26 gennaio). Le liste sotto l’1% sono all’1,8% (-0,1% rispetto al 26 gennaio).

Per approfondire

24+ Viaggio in Emilia Romagna, metà Ohio e metà California d'Italia
24+ Giovani sardine e M5S di sinistra: gli elettori dem sono tornati nel Pd

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti