sondaggio 29 luglio-3 agosto

Swg: salgono Salvini, Meloni e M5s, frena il Pd

Lega in recupero, ma saldamente in testa. L’aumento maggiore della settimana lo registrano i pentastellati con uno 0,4% in più rispetto alla precedente rilevazione del 27 luglio, seguiti Fdi che aumenta dello 0,3%

di Nicoletta Cottone

Swg: risale la Lega, crescono M5S e Meloni

Lega in recupero, ma saldamente in testa. L’aumento maggiore della settimana lo registrano i pentastellati con uno 0,4% in più rispetto alla precedente rilevazione del 27 luglio, seguiti Fdi che aumenta dello 0,3%


2' di lettura

Salvini in recupero, ma saldamente in testa. L’aumento maggiore della settimana lo registra il M5s con uno 0,4% in più rispetto alla precedente rilevazione del 27 luglio, seguito dal partito di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, che incassa un aumento dello 0,3%. E dalla Lega che segna uno 0,2% in più. Frenano il Pd di Nicola Zingaretti e Forza Italia di Silvio Berlusconi che lasciano sul terreno lo 0,2 per cento. Sono i risultati del sondaggio condotto da Swg nella settimana dal 29 luglio al 3 agosto. Nel sondaggio sono state chieste le intenzioni di voto a 1.200 maggiorenni: «Alle politiche a chi darebbe il suo voto?». Ecco le risposte.

Lega in recupero

Nella rilevazione del 3 agosto risale al 26,5% il partito di Matteo Salvini. Incassa uno 0,2% in più, ma è comunque saldamente in testa da mesi nella classifica delle intenzioni di voto di Swg. Pur se ancora lontano dall’exploit del 34,3% delle Europee 2019.

Pd in frenata

Frena invece il Pd di Nicola Zingaretti che si ferma al 19,6%, in calo dello 0,2% rispetto al 19,8% incassato nella rilevazione del 27 luglio. É in lieve discesa rispetto al 22,7% delle Europee.

In aumento M5S e Fdi

La terza posizione del podio resta del M5s, che questa settimana incassa un 16,4%, con uno 0,4% in più rispetto alla rilevazione del 27 luglio quando era al 16 per cento. A pochi centesimi dal 17,1% delle Europee del 2019. I pentastellati sono tallonati da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, risalita al 14,2%, a poco più di 2 punti dal podio. La Meloni nella rilevazione del 27 luglio era al 13,9 per cento. Resta elevatissimo il margine di crescita rispetto alle Europee 2019, quando il partito era al 6,5 per cento. Forza Italia è in lieve calo, al 6%, rispetto al 6,2% del 27 luglio (alle Europee era all’8,8 per cento).

Crescono Azione, Italia viva e Verdi

Sinistra italiana/Mdp sono al 3,6% (- 0,2%), mentre Azione di Carlo Calenda con il 3,3% resta sopra Italia viva di Matteo Renzi, che è a pochi decimi, al 3,1 per cento. I Verdi sono all’1,9%, + Europa di Emma Bonino all’1,8%, mentre Cambiamo di Giovanni Toti è all’1,2 per cento. Gli altri partiti sotto l’1% sono compolessivamente al 2,4 per cento.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti