sondaggio

Swg: Salvini cresce, M5s in calo di un punto. Calenda entra al 3,3%

Sale solo la Lega, mentre gli altri partiti di governo e di opposizione segnano il passo

di Nicoletta Cottone


Swg, cresce solo Salvini, M5S perde un punto

2' di lettura

Cresce solo Salvini, mentre gli altri partiti di governo e di opposizione segnano il passo. Lo attesta il sondaggio Swg, condotto nella settimana fra il 27 novembre e il 2 dicembre sulle intenzioni di voto di un campione di 1.500 maggiorenni. In favore del leader della Lega avrebbe giocato il fattore Mes, quel lungo tira e molla sul Fondo salva-Stati, condito da forti attacchi e scambi di accuse con il governo, che ha riempito le cronache politiche di questi giorni. La maggioranza invece frena: in particolare il M5S arretra di un punto, il Pd perde lo 0,4 per cento. All’opposizione frena il partito di Silvio Berlusconi: Forza Italia scende in una settimana dello 0,9 per cento. Azione, di Carlo Calenda, entra in classifica al 3,3 per cento.

Salvini nettamente in testa
Da settimane al vertice della classifica delle intenzioni di voto di Swg, il partito di Matteo Salvini si conferma primo e sale al 33,8%, guadagnando uno 0,7% rispetto alla rilevazione della settimana scorsa. Anche se non raggiunge il 34% rilevato il 18 novembre, è comunque non lontano dal 34,3% incassato alle Europee del 2019.

I partiti di maggioranza in frenata
In frenata i partiti della maggioranza di governo. Il Pd mantiene la seconda posizione nella classifica delle intenzioni di voto di Swg, ma perde lo 0,4% e scende al 17,7 per cento. Il 25 novembre era al 18,1%, alle Europee aveva incassato il 22,7 per cento. Arretra di un punto il M5S: ora è al 15,5% contro il 16,5% della rilevazione del 25 novembre. Alle Europee era al 17,1 per cento.

Stabile Fdi, in calo Berluscone e Renzi
Stabile Fratelli d’Italia che, pur cedendo lo 0,1%, resta a quota 10%, barriera che aveva superato la scorsa settimana. Un notevole aumento rispetto alle Europee 2019, quando il partito di Giorgia Meloni era al 6,5 per cento. Perde colpi, invece, Forza Italia, che scende al 5,1%, lasciando lo 0,9% sul campo. In calo anche Italia viva, la nuova formazione politica di Matteo Renzi: segna il 4,9%, contro il 5,5% della scorsa settimana.

Calenda entra al 3,3%
Entra nella classifica Swg al 3,3% Azione, la nuova formazione politica di Carlo Calenda. Al 3,3% anche La Sinistra-Articolo uno, che incassa uno 0,2% in più rispetto alla scosa rilevazione. Alle Europee era all’1,7 per cento. Stabili i Verdi al 2% e +Europa all’1,6 per cento. In calo dello 0,3% Cambiano di Giovanni Toti, che questa settimana è all’1 per cento. Le liste sotto l’1% questa settimana sono all’1,8%: perdono lo 0,9% rispetto alla rilevazione precedente. Alle Europee erano al 3,5%.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...