Nuovi progetti

Symbiosis si candida a nuovo business district di Milano

di Paola Dezza

2' di lettura

Sarà Symbiosis il nuovo business district in grado di modificare il volto di Milano? Certamente il progetto portato avanti da Beni Stabili Siiq trasformerà la storica area industriale a sud di Scalo Romana.
Qui arriverà intanto il nuovo quartier generale di Fastweb, che sarà consegnato a ottobre 2018. Fastweb e Beni Stabili hanno firmato ad aprile 2016 un accordo di locazione per una superficie di 20mila mq. In tutto il progetto prevede la costruzione di 120mila mq di uffici.

“Il distretto ha l’ambizione di porre le basi per un’edilizia e un’urbanistica sostenibile mirando a ricucire il territorio urbano dell’area attraverso la creazione di un modello innovativo di business district” recita un comunicato di Beni Stabili, property Company con un portafoglio immobiliare complessivo di circa 4 miliardi di euro.
Oggi è iniziata la fase commerciale per realizzare gli altri immobili, da un minimo di 7-8mila a oltre 20mila metri quadrati. La tendenza è costruire “build to suit” in base alle esigenze delle aziende che intendono affittare uffici qui.
Il progetto è anche parte dell’iniziativa Sharing Cities finanziata dal programma Horizon 2020 dell’Unione Europea finalizzata a individuare soluzioni intelligenti e integrate per trasformare le smart cities in realtà. E ha ottenuto la certificazione Leed Core & Shell a livello Gold grazie a una serie di requisiti tra cui il risparmio energetico degli edifici soddisfatto al 50% da fonti rinnovabili interne, (mentre il restante 50% proviene da fonti certificate green), il riciclo dei rifiuti di cantiere pari al 90% e la provenienza di materiali di costruzione locali pari al 95%.

Loading...

“E’ il nostro progetto di sviluppo più importante e siamo consapevoli della rilevanza che riveste non solo per le imprese ma anche per la stessa città di Milano, in questo momento una delle metropoli più attrattive in Italia e in Europa - ha dichiarato Alexei Dal Pastro, General Manager di Beni Stabili Siiq -. Con Symbiosis abbiamo l’illusione di non fare un business district classico, ma che tenga conto delle esigenze dei tenant. E mi piacerebbe lanciare un nuovo immobile entro l’anno”.

Il discorso, iniziato a suo tempo con l’assessore Ada Lucia De Cesaris, relativo alla possibilità di interrare i binari dello scalo di Porta Romana, va avanti. L’idea è realizzare un parco che unisca il progetto alla città. “Abbiamo fatto una comunione di intenti formalizzata con la Fondazione Prada - dice Dal Pastro -. E stiamo discutendo con il Comune e con Ferrovie per dirottare oneri di urbanizzazione dello sviluppo alla riqualificazione dello scalo. L’idea è ribassare il binario che resterà attivo e ricoprirlo in cemento e verde. E siamo interessati alla gara competitiva che gestirà Ferrovie per l’area”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati