ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFisco

Tabaccai, stop all’obbligo di accettare carte di credito per sigarette e marche da bollo

L’annuncio che il Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna. A breve quindi sarà pubblicata la relativa determina.

2' di lettura

«I tabaccai saranno esentati dall’obbligo di accettare pagamenti con carta di credito per quanto riguarda i tabacchi ed i valori bollati». L’annuncio che il Direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Marcello Minenna, ha completato l’istruttoria propedeutica all’esenzione dall’obbligo è stato dato alla categoria nel corso del T2000 in Tour di Catania, secondo una nota della Federazione italiana tabaccai. «Siamo molto soddisfatti - dice il presidente nazionale Mario Antonelli - È questa un’istanza che portiamo avanti senza risparmio di energie da molto tempo». «La bassa marginalità di questi prodotti e servizi infatti - conclude Antonelli - mal si concilia con i costi dei transazione della moneta elettronica».

Assotabaccai: bene esenzione da obbligo Pos

«Bene la Determinazione del Direttore dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli Marcello Minenna. Si tratta di una misura che abbiamo chiesto più volte nella scorsa legislatura». Così Gianfranco Labib Boughdady, presidente di Assotabaccai Confesercenti, commenta in una nota la Determinazione del Direttore Generale dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli che esenta i rivenditori di generi di monopolio dall’obbligo di accettare forme di pagamento elettronico per tabacchi, valori postali e valori bollati. «Ci abbiamo lavorato molto in collaborazione con il Sottosegretario Federico Freni, che ringraziamo per l’impegno profuso sulla questione. Ora - conclude Labib Boughdady - auspichiamo che il provvedimento abbia efficacia immediata e che non sia necessario alcun altro intervento di natura normativa»

Loading...

Codacons: esclusione pos tabaccai va a danno consumatori

Opposto il parere dei consumatori. «L’esclusione dei tabaccai dal novero dei soggetti che devono accettare i pagamenti con Pos creerà disagi agli utenti e introdurrà disparità di trattamento tra gli stessi esercenti» afferma il Codacons, commentando la notizia secondo cui per marche da bollo, francobolli e sigarette decade l’obbligo di accettare pagamenti elettronici. «La circolare dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli crea una evidente discriminazione a danno degli stessi esercenti, prevedendo per i soli tabaccai una zona franca che li esonera dall’accettare i pagamenti con carta. - spiega il Codacons - Ma le ripercussioni più pesanti saranno quelle subite dagli utenti che, se vorranno acquistare tabacchi o marche da bollo, saranno costretti a ricorrere al contante. Per tale motivo invitiamo i tabaccai a consentire, nonostante la circolare dell’Agenzia, i pagamenti con Pos in favore di quei cittadini che ne faranno richiesta», conclude il Codacons.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti