ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl nuovo Parlamento

Tabacci alla settima legislatura: opposizione responsabile ma niente flat tax

Bruno Tabacci, classe 1946, presidente di Centro Democratico e protagonista con Luigi Di Maio dello sfortunato progetto politico “Insieme per il Futuro”

di Andrea Gagliardi

Tabacci: Di Maio? Ha saputo fare autocritica

2' di lettura

Bruno Tabacci, classe 1946, presidente di Centro Democratico e protagonista con Luigi Di Maio dello sfortunato progetto politico “Insieme per il Futuro” (quorum non raggiunto) è stato comunque eletto all’unominale alla Camera ed è alla sua settima legislatura.

Onorevole Tabacci, da veterano delle aule parlamentari, cosa si aspetta da questa legislatura, la prima a ranghi ridotti?
Bisognerà mettere in grado 400 deputati di farli lavorare come si faceva con 630, anche a livello di servizi, per garantire la qualità dell’offerta legislativa. Non sarà facile. Inoltre ci sarà meno pluralismo. E anche il livello di rappresentanza dei territori risulta compromesso.

Loading...

A suo avviso il centrodestra guidato dalla Meloni sarà in grado di affrontare le grandi sfide energetiche e di politiche internazionale che abbiamo davanti?
Me lo auguro. Malgrado il forte astensionismo, il centrodestra ha avuto la maggioranza relativa e tocca a loro governare. La capacità di farlo dipenderà dai rapporti all’interno della coalizione. Per Lega e Forza Italia non sarà facile digerire l’ampio sorpasso da parte di un alleato come Fratelli d’Italia che prima era il partner con meno voti dentro la coalizione. Il quadro internazionale è molto complesso, le questioni sul tappeto a cominciare da quella energetica sono di enorme portata. Meloni fa bene a essere preoccupata. Non sarà facile sostituire Draghi

Che tipo di opposizione dovrà fare secondo lei il centrosinistra?
Credo ci sia bisogno di un’opposizione responsabile e non pregiudiziale. Certo se la maggioranza pensa di partire con la flat tax in stile governo britannico inizierebbe con il piede sbagliato.

Crede che già giovedì (domani) avremo i presidenti di Camera e Senato?
Me lo auguro. Come opposizione non siamo stati interpellati. Tocca alla maggioranza trovare una quadra e subito, nell’interesse generale. La legislatura deve partire al più presto.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti