LAVORO

Taglio al cuneo fiscale, decreto in «Gazzetta». Dal 1° luglio aumenti per 16 milioni di lavoratori

In esso si prevede un doppio canale introducendo per i redditi fino a 28mila euro un bonus da 600 euro per i sei mesi del 2020 che diventano 1.200 euro a partire dal 2021

default onloading pic
(Armando Dadi)

In esso si prevede un doppio canale introducendo per i redditi fino a 28mila euro un bonus da 600 euro per i sei mesi del 2020 che diventano 1.200 euro a partire dal 2021


2' di lettura

Approda sulla «Gazzetta Ufficiale» di mercoledì 5 febbraio (n. 29) il decreto legge (5 febbraio n. 3) per il taglio del cuneo fiscale. In esso si prevede un doppio canale introducendo dal 1° luglio per i redditi fino a 28mila euro un bonus da 600 euro per i sei mesi del 2020 che diventano 1.200 euro a partire dal 2021. Mentre sopra questa soglia e fino a 40mila euro di reddito è introdotta per i soli sei mesi del 2020 una detrazione fiscale equivalente (pari a 480 euro rimodulati) che decresce fino ad arrivare al valore di 80 euro per un reddito di 35mila euro lordi, per ridursi progressivamente fino ad azzerarsi a 40mila euro.

Cuneo fiscale: il testo del decreto

Visualizza

Il perimetro di applicazione
La misura interessa direttamente non solo i l avoratori dipendenti del privato (in primis operai e impiegati), ma anche la stragrande maggioranza dei dipendenti pubblici con redditi annui fino a 40mila euro. Restano fuori in meno di 100mila persone nella Pa: magistratura, presidenza del Consiglio, carriere diplomatiche e prefettizie, Authority, dirigenza.

Loading...

La platea degli interessati
Dal 1° luglio, come detto, il bonus Renzi di 80 euro aumenta a 100 euro netti mensili per chi ha un reddito annuo fino a 26.600 euro lordi. Chi, invece, percepisce un reddito da 26.600 euro a 28mila, finora escluso dunque dal bonus Irpef, beneficerà per la prima volta di un incremento di 100 euro al mese in busta paga. Oltre questa soglia, l'importo del beneficio continua a decrescere. La platea dei beneficiari, tra lavoratori dipendenti privati e pubblici, aumenta di 4,3 milioni, passando da 11,7 milioni che percepiscono il bonus Renzi a 16 milioni di lavoratori.

Per approfondire:

Sconti, bonus, flat tax: l'Irpef folle di autonomi, dipendenti e pensionati

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti