A ROMA DRIVE-IN SU PRENOTAZIONE

Tamponi a casa, così il Lazio tenta di risalire la china

I medici di base: a breve team per effettuare controlli a casa. Dal 27 ottobre accesso ai drive-in solo con prenotazione online

default onloading pic
Auto in coda in attesa di effettuare il tampone presso un drive - in (foto Ansa)

I medici di base: a breve team per effettuare controlli a casa. Dal 27 ottobre accesso ai drive-in solo con prenotazione online


2' di lettura

La corsa per individuare in tempi stretti le persone contagiate e contenere in questo modo la diffusione del Covid-19 nel Lazio potrebbe passare anche dalle abitazioni di chi rischia di aver contratto il virus. Entro la settimana, ha annunciato il vice segretario nazionale della Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg) Pier Luigi Bartoletti, «dovrebbero essere operativi nella regione dei team di azione rapida con le unità Usca ed i medici di famiglia, che andranno subito al domicilio dei pazienti con sintomi febbrili per effettuare tamponi rapidi».

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

La misura, ha spiegato Bartoletti, «sarà rivolta ai soggetti contatti stretti di positivi che sono in isolamento e non possono recarsi nei drive in per i tamponi. Alla comparsa di sintomi febbrili, potranno contattare il medico di famiglia e l'obiettivo è di attivare i team per i tamponi rapidi a casa in tempi stretti». Ciò, ha concluso, «anche per mettere in sicurezza i soggetti fragili e gli anziani conviventi, perchè se il soggetto con febbre risulta positivo potrà essere subito isolato ed eventualmente trattato».

Loading...

Pubblicato il bando per reclutare personale in quiescenza

Tamponi a casa, ma non solo: su Salutelazio.it è stato pubblicato il bando per reclutare personale in quiescenza. Inoltre sono 400 i giovani medici tirocinanti dei corsi di formazione di medicina generale che verranno messi a disposizione per tirocini formativi nei servizi di prevenzione delle Asl per i tracciamenti. I ricoveri di questa seconda ondata hanno già superato la quota massima della prima ondata con una ascesa della curva molto repentina. Su circa 19 mila tamponi oggi nel Lazio si registrano 1.698 casi positivi.

E mentre il Lazio va in questa direzione, la conferenza delle Regioni si è mossa per chiedere al ministro della Salute Speranza di effettuare tamponi solo ai sintomatici, così da riattivare una macchina, quella del tracciamento dei contagi, andata in tilt a causa della progressione dell’epidemia.

Roma, dal 27 ottobre drive in solo su prenotazione

Nell’attesa di poter effettuare il tampone direttamente nelle proprie abitazioni, a Roma verrà adottata nelle prossime ore una soluzione che dovrebbe scongiurare le scene a cui si è assistito nei giorni scorsi, di lunghe file di macchine in attesa presso i drive-in della capitale di un tampone. Da domani infatti, martedì 27 ottobre l'accesso sarà consentito solo con prenotazione online. È possibile prenotarsi a partire da oggi, attraverso la piattaforma regionale “Prenota-Drive”. Al momento della prenotazione è necessario disporre di tessera sanitaria e di ricetta dematerializzata con codice di esenzione (5G1) e tessera sanitaria. In caso di esaurimento dei posti disponibili nei drive in nella data prescelta è sempre possibile rivolgersi alle altre postazioni della rete regionale in libero accesso.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti