Emergenza Covid

Tamponi, dalla farmacia al drive in: dove si possono fare e quanto costano

In queste ultime giornate festive si è registrata una corsa al tampone in farmacia o ai drive in delle Asl. Una corsa considerata però eccessiva da molti addetti ai lavori

di Andrea Gagliardi

Il tampone a Milano è un miraggio, code fuori dalle farmacie

3' di lettura

Code in farmacia in tutta Italia per un tampone antigenico. E lunghe file anche ai drive in delle Asl per un tampone molecolare a Milano, a Palermo e nella Bergamasca, con centinaia di auto incolonnate. È la fotografia di queste ultime giornate festive. Con una corsa al tampone legata alla volontà da parte degli italiani di trascorrere le vacanze in famiglia in serenità, soprattutto laddove vi siano anziani e persone fragili. Una corsa considerata però eccessiva da molti addetti ai lavori.

Nei giorni che hanno preceduto il Natale 700mila persone al giorno hanno prenotato in farmacia il tampone rapido per sapere se erano positive al virus SarS-Covid2. Lo rende noto Federfarma sulla base dei dati forniti dalle oltre 14mila farmacie che aderiscono alla campagna su tutto il territorio nazionale. «Si tratta del 20% in più rispetto al periodo pre-festivo», spiega Marco Cossolo, presidente di Federfarma,

Loading...

Sileri: tamponi da fare con logica per evitare false sicurezze

«Ho visto file mostruose. Il tampone dev’essere fatto con logica e su consiglio del medico, i tamponi, fatti così, a caso, danno false sicurezze. E poi non possiamo portare via un tampone a chi ne ha veramente bisogno» ha rimarcato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri. Una posizione condivisa da Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani (Fofi), per il quale il ricorso al tampone «va limitato ai casi strettamente necessari, dopo essersi consultati con il proprio medico». «È importante - ha aggiunto - che il ricorso al tampone non diventi una sorta di “lasciapassare” per situazioni non sicure, perché il tampone fotografa solo il momento presente, quello del test, e non protegge dall’infezione».

Dove si possono fare i tamponi?

Stando alle regole vigenti, i contatti stretti di un caso confermato Covid-19 «devono allertare il proprio medico, che avviserà o fornirà tutte le indicazioni per contattare il Dipartimento di prevenzione della Asl o Ats competente per territorio che disporrà la quarantena e la sorveglianza». In linea generale, possono rientrare in comunità «dopo un periodo di quarantena della durata di almeno 7 o 10 giorni (a seconda dello stato vaccinale) dall'ultima esposizione al caso, al termine del quale risulti eseguito un test antigenico o molecolare con risultato negativo».

Le regole da seguire

Del resto chi è stato identificato come un “contatto stretto” di caso confermato Covid è obbligato alla quarantena ma non è tenuto a fare un tampone. Chi decide comunque di effettuarlo e riceve un esito negativo non può evitare o finire prima la quarantena. Non a caso il protocollo sui tamponi a prezzo calmierato in farmacia richiede in teoria che l’utente non abbia avuto negli ultimi 7/10 giorni contatti stretti con persone affette da Covid, non abbia febbre superiore a 37,5°C, e non presenti sintomatologia respiratoria. La realtà però è spesso diversa. Con una corsa ai tamponi che si trasforma spesso in un “assalto” senza particolari controlli nelle farmacie.

Prezzo calmierato in farmacia

In base al protocollo d’intesa siglato lo scorso agosto dal Commissario all’emergenza Figliuolo con gli operatori farmaceutici, in vigore fino alla fine dello stato d’emergenza (31 marzo 2022), è stato del resto fissato un prezzo calmierato per i tamponi antigenici di 15 euro per gli over 18 e di 8 euro per i minorenni. «Sono due anni che le farmacie assolvono ai loro compiti dimostrando un impegno straordinario: da 30mila tamponi siamo arrivati a processarne 1 milione al giorno» sottolinea Mandelli, che aggiunge: «Al momento il sistema tiene. Vedremo cosa succederà se mai dovessimo arrivare a 100mila contagi al giorno»

Prezzi alti per i tamponi molecolari

È gratis invece il tampone molecolare prescritto dal medico di base presso i “drive in” delle Asl. Ma in questi ultimi giorni i tempi di attesa sono aumentati. Ecco perché in molti si stanno rivolgendo a laboratori privati dove però il costo di un tampone molecolare (molto più affidabile di uno antigenico) parte da 60 euro.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti