l’ordine delle autorità

Tamponi a tutti gli 11 milioni di abitanti di Wuhan in dieci giorni

La scoperta di sei casi trasmessi localmente fa scattare la richiesta di screening a tappeto sugli abitanti della città-culla della pandemia

di R.Es.

default onloading pic
Infermiere all’ospedale Tongji di Wuhan durante una cerimonia

La scoperta di sei casi trasmessi localmente fa scattare la richiesta di screening a tappeto sugli abitanti della città-culla della pandemia


2' di lettura

Il dipartimento per la lotta al coronavirus di Wuhan ha chiesto ai distretti amministrativi della città di preparare un piano per l’effettuazione di test a tappeto a tutta la popolazione: 11 milioni di abitanti dovranno essere sottoposti a tampone entro dieci giorni. Lo riportano i media cinesi. La decisione senza precedenti arriva in seguito all’emersione, nei giorni scorsi, di sei nuovi casi di Covid-19 trasmessi localmente nella metropoli culla della pandemia.

I primi casi domestici dalla riapertura
Secondo le fonti locali i nuovi contagi sarebbero i primi da quando l’8 aprile Wuhan ha lentamente riaperto dopo una chiusura rigidissima iniziata il 22 gennaio quando, con un ritardo di almeno una settimana che ha impedito di contenere l’epidemia, le autorità cinesi hanno ordinato: “Seal off the city” (sigillate la città). Si tratterebbe di persone che vivono nello stesso condominio, già in quarentena e asintomatiche.

Loading...
Coronavirus, ecco il laboratorio epidemiologico 'Wuhan P4'

Il resto della Cina riporta piccoli focolai
«Sono state sette le province che hanno riportato nuove infezioni negli ultimi 14 giorni e i focolai individuati stanno aumentando» ha ammesso lunedì Mi Feng, portavoce della Commissione sanitaria nazionale. Martedì il Paese ha denunciato un solo nuovo contagio. Con il ritorno all’attività economica, Pechino ha registrato un ritorno delle infezioni, all’inizio tutte di importazione (per lo più di cinesi rientrati dall’estero) ma adesso anche a trasmissione locale.

La paura di una nuova 0ndata di epidemia su vasta scala ha messo in moto l’ambizioso progetto di testare l’intero capoluogo dell’Hubei. In altre località della Cina, peraltro, continuano le chiusure locali dopo la scoperta di contagi: è avvenuto domenica nella città di Shulan che confina con la Corea del Nord in seguito alla scoperta di 11 nuovi casi.

Per approfondire
Virus e crisi economica, Usa e Cina verso una nuova guerra fredda?
Coronavirus, ultime notizie dal mondo

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti