sponsorizzazioni

Tania Cagnotto brand ambassador di Exquisa fino al 2021

di Tiziana Pikler


Tania Cagnotto brand ambassador di Exquisa

2' di lettura

La tuffatrice Tania Cagnotto, per i prossimi due anni, sarà Brand Ambassador Exquisa, marchio del formaggio fresco spalmabile del Gruppo Karwendel, azienda fondata in Baviera nel 1909 e guidata dalla stessa famiglia di imprenditori, oggi alla terza generazione. L'annuncio è arrivato al Foro italico, in occasione della 76esima edizione degli Internazionali Bnl d'Italia che si disputeranno a Roma dal 6 al 19 maggio.

Tuffi: il ritorno delle neo mamme Cagnotto e Dallape' sognando Tokyo 2020

Un incrocio di tradizioni familiari
Una tradizione familiare che si sposa con quella dei tuffi in casa Cagnotto. Prima

di Tania, medaglia di bronzo nel trampolino da tre metri e d'argento nel sincro in coppia con Francesca Dallapé alle Olimpiadi di Rio 2016, anche il nonno e il papà Giorgio, suo allenatore, si sono infatti cimentati nella stessa disciplina.
Bolzano è terra di origine di entrambi. Qui ha sede, da oltre 15 anni, l'azienda italiana del gruppo tedesco che, nel 2018, ha registrato un giro d'affari di oltre 370 milioni di euro, di cui quasi il 15% generato da Exquisa Italia.
Nell'azienda, che conta circa 550 collaboratori, vengono trasformati 245.000.000 litri di latte ogni anno, che arrivano da più di 686 strutture contadine, che producono 108.000 tonnellate di prodotto finito distribuito per il 40% attraverso la Gdo, il 55% nei discount, il rimanente 5% food service. «Tania Cagnotto – ha spiegato l'ad Kurt Bortolameotti – sposa in pieno i nostri valori di genuinità e freschezza. Il nostro obiettivo è quello di raddoppiare la nostra presenza nel mercato italiano dove, a oggi, immettiamo 10mila tonnellate di prodotto finito».

La notorietà delle atlete italiane

Tania Cagnotto conferma così il suo valore in termini di awareness tra le atlete italiane. Secondo la ricerca “Women in Sport” di Nielsen (si veda tabella sotto), infatti, la 34enne bolzanina è conosciuta in questa speciale classifica dall'84% degli italiani seconda (ex aequo con Carolina Kostner), soltanto a Federica Pellegrini (90%). «Con Francesca Dallapé – ha raccontato l'azzurra – abbiamo ripreso ad allenarci lo scorso ottobre e questo ritorno non era nei miei programmi. Dopo aver “appeso” il costume al chiodo, a maggio 2017 Francesca ha però insistito tanto, è stata una sorta di martello penumatico. Adesso sono felice di averlo fatto. Mi piace l'idea di mandare un messaggio a tutte le mamme: si può fare».

IL “POTERE” DELLE ATLETE SECONDO NIELSEN Dati in percentuale

La chance Tokyo 2020

Tania è infatti diventata mamma della piccola Maya il 23 gennaio dello scorso

anno. «In piscina - ha aggiungo la Cagnotto - mi diverto molto più di prima, affronto gli allenamenti con leggerezza, non volevo più avere addosso la pressione degli ultimi 15 anni. Mi auguro comunque che sia sufficiente per raggiungere la qualificazione olimpica» . La chance per arrivare a Tokyo 2020 è una. «In questa stagione - ha concluso l'azzurra - affronteremo soltanto 2 gare: i Campionati assoluti, tra 2 settimane, e il Grand Prix il 14-16 giugno, entrambi a Bolzano. Poi all'inizio del prossimo anno ci sarà la scelta della coppia sincro da parte della Federazione che potrebbe permetterci di giocarci la qualificazione nella gara secca di Coppa del Mondo ad aprile 2020».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti