grandi gare

Targa Florio 2019, tutto pronto per il terzo atto del CIR

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

Al via il terzo atto del Campionato Italiano Rally con il Targa Florio, la gara più antica e leggendaria del mondo.

La gara organizzata dall'Automobile Club Palermo in collaborazione con Automobile Club d'Italia giunta alla sua centotreesima edizione, vedrà al via i migliori protagonisti del Campionato Italiano Rally, del Campionato Italiano Rally Autostoriche, del Campionato Rally di 8^ Zona e del Campionato Italiano Regolarità a Media.

Programma della 103° edizione: 17 prove speciali
La Targa Florio numero 103 prenderà il via dalla centralissima Piazza Massimo a Palermo venerdì 10 maggio alle ore 16.00, mentre l'arrivo è previsto sabato 11 maggio alle ore 20:51 dal Belvedere di Termini Imerese, quartier generale del rally.

L'attesa si esaurirà con lo start venerdì pomeriggio da Palermo seguito dalla prova speciale spettacolo che si svolgerà a Termini Imerese alle ore 17.13 sui 2,5 km, e poi due passaggi sulla nota “Cefalù”, di 14,70 km. Sabato in programma quattordici prove cronometrate per un totale di circa 120 km di speciali.

A costruire la classifica finale saranno le prestazioni dei piloti impegnati su un percorso comprendente ben 17 tratti cronometrati, per un totale di 151,35 km, immersi in un percorso totale di 558,56 Km comprensivo di trasferimenti.

I protagonisti, manca Breen
La corsa più antica del mondo per questa edizione ripercorrerà i luoghi più leggendari della Targa Florio. Un percorso che in parte tornerà alla tradizione perché le prove interesseranno tratti sia del piccolo che del medio che del lungo circuito delle Madonie e, dopo la risistemazione delle strade, tornerà a far sognare gli appassionati con alcune prove storiche, come la speciale che partirà dalle Tribune di Cerda.

Parlando degli attori che si contenderanno la classica siciliana gli occhi saranno tutti rivolti a Basso-Granai e alla Skoda Fabia R5. Il veneto vincitore al Ciocco e terzo a Sanremo, avrà il difficile compito di difendere il primo posto nella classifica tricolore. Nonostante l'assenza di Craig Breen, vincitore del precedente appuntamento del CIR, alla gara siciliana, gli avversari saranno quanto mai agguerriti ed in grado di metterlo in difficoltà.

Tra i più accreditati rivali di Basso sono pronti Campedelli-Canton con la Ford Fiesta R5 e Rossetti-Mori su la Citroën C3 R5 ufficiale Citroën Italia, questi ultimi in cerca di una vittoria che possa dare morale per il campionato. Ma bisogna fare i conti anche con Crugnola-Ometto, su Volkswagen Polo R5, che al momento sono stati autori di prove di grande livello ma senza concretizzare.

La gara siciliana è valida anche per il Campionato Italiano 2 Ruote Motrici, il Campionato Italiano Rally Junior, ed il Campionato Italiano R1. Nel tricolore Due Ruote Motrici, la sfida si preannuncia particolarmente accesa tra il leader della classifica Tommaso Ciuffi e il lucchese Luca Panzani con la Ford Fiesta, attardato di sei lunghezze in classifica.

Classifica prima del terzo appuntamento
La classifica vede al primo posto Basso con 25 punti, seguito da Campedelli a 24, Breen 23, Rossetti 18 e Michelini a 9 lunghezze.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...