Sostegni bis

Bonus vacanze anche per l’acquisto di pacchetti turistici chiavi in mano

Si tenta di estendere ancora l’accesso alla misura per invogliare i possessori dei voucher ad utilizzarli. Stanziati 5 milioni per l’extralberghiero

di Annarita D'Ambrosio

(AdobeStock)

2' di lettura

Torna sotto i riflettori il bonus vacanze, non più richiedibile e per la gran parte scaricato, ma non utilizzato. Nell’obiettivo di spingere quante più persone in possesso del via libera all’agevolazione ad usufruirne nei prossimi mesi, entro la scadenza fissata del 31 dicembre 2021, all’articolo 7 del decreto Sostegni bis, è aggiunto il 7-bis che oltre ai servizi turistici dà via libera all’utilizzo del bonus per l’acquisto anche di «pacchetti turistici come definiti dall’articolo 34 del Dlgs 23 maggio 2011, numero 79». Si tratta dei pacchetti comprensivi di tutto: dall’hotel, agli spostamenti, alle escursioni.

I numeri ed i requisti della misura

Istituito dal Dl 34/2020 in favore delle famiglie con Isee in corso di validità non superiore a 40.000 euro, il bonus può essere utilizzato per il pagamento di servizi, e ora anche pacchetti turistici, offerti in Italia da imprese turistico ricettive, agriturismi e bed & breakfast, nonché per il pagamento di servizi (e pacchetti) offerti dalle agenzie di viaggi e tour operator, come introdotto dal Dl 73/2021.Il decreto Milleproroghe (Dl183/2020, convertito con la legge 21/2021), ha prorogato al 31 dicembre 2021 il termine di utilizzo dell’agevolazione, in possesso di 1.885.802 famiglie per un controvalore economico di 829.431.050 euro, utilizzato da meno della metà degli aventi diritto.

Loading...

Accesso ai fondi per le agenzie di animazione

Si spera in un boom di ritardari, magari in attesa di capire meglio le evoluzioni della pandemia e soprattutto la diffusione delle varianti, intanto per il turismo sono stati predisposto nuovi fondi ed estesa la platea di quello previsto dal comma 1 dell’articolo 182 del Dl 34/2020, convertito nella legge 77/2020, istituito - si legge - per sostenere le agenzie di viaggio e i tour operator, nonche’ le imprese turistico-ricettive, che ora si apre alle richieste di agenzie di animazione per feste e villaggi turistici.

5 milioni per l’extralberghiero

Presso il Ministero del turismo è stato poi istituito un fondo, con una dotazione di 5 milioni di euro per l’anno 2021, che costituisce limite massimo di spesa, da destinare al sostegno delle strutture ricettive extralberghiere a carattere non imprenditoriale munite di codice identificativo regionale, o, in mancanza, identificate mediante autocertificazione in merito allo svolgimento dell’attività ricettiva di bed & breakfast. In Italia abbiamo circa 30 mila b&b: il 70% sono attività familiari non professionali e il 30% attività imprenditoriali.

L’articolo 7-ter riguarda infine le aree naturali protette. Sono consentiti interventi di recupero, di riconversione funzionale e di valorizzazione di beni demaniali ad uso militare situati all’interno di parchi nazionali, anche con nuove destinazioni d’uso compatibili e proporzionate alle tutele ivi vigenti, da rendere fruibili mediante gestione diretta, alienazione o concessione d’uso. 

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti