mobilità

Tecnologia Came per l’aeroporto di Barcellona

di Barbara Ganz


default onloading pic

3' di lettura

Dopo l’aeroporto di Gatwick a Londra, dove transitano oltre 45 milioni di passeggeri ogni anno, la tecnologia della trevigiana Came atterra a Barcell0na. Aena, operatore aeroportuale numero uno al mondo per traffico di passeggeri, ha affidato il rinnovo tecnologico dei sistemi di parcheggio dello scalo a Came Parkare, società del gruppo Came specializzata nella progettazione di sistemi evoluti per la gestione dei parcheggi, che in qualità di partner tecnologico si è occupata di rinnovare 53 ingressi, 60 uscite e 64 casse automatiche delle otto aree di sosta, distribuite nei due terminal dello scalo Josep Tarradellas Barcelona – El Prat, per un totale di 17mila posti auto.
La soluzione si basa su una rete di dispositivi automatici che regolano l’accesso, controllano il pagamento e registrano tutte le attività all’interno del parcheggio. I lavori di ammodernamento sono terminati due mesi in anticipo rispetto al termine previsto, «minimizzando i disagi e migliorando l’esperienza per i passeggeri», fa sapere l’azienda, quartier generale a Dosson di Casier, Treviso, circa 1.500 dipendenti, filiali in 20 Paesi e una rete di distribuzione diffusa in 118 Paesi. Nel 2018 ha registrato un fatturato di 250 milioni di euro; portano la firma di Came fra l’altro il sistema di protezione perimetrale e di controllo accessi di Expo Milano 2015 e i sistemi per la protezione di grandi spazi urbani della Promenade de la Croisette a Cannes.

Nel caso spagmolo, «le soluzioni sviluppate da Came Parkare semplificano enormemente la gestione dei parcheggi dell’aeroporto di Josep Tarradellas Barcelona – El Prat, migliorandone il controllo, la competitività e il rendimento. Oltre al rinnovo tecnologico del software, la società ha dovuto creare anche delle infrastrutture completamente nuove per centralizzare la gestione dei parcheggi e fare un passo avanti nell’integrazione con i sistemi informativi del committente. Grazie agli aggiornamenti apportati, il software sviluppato si integra con tutte le apparecchiature e i servizi non solo di Aena ma anche di terze parti: allarmi, database, infrastrutture per il pagamento da mobile, autonoleggio». Il nuovo sistema consentirà inoltre la gestione centralizzata da un unico punto dei parcheggi di tutti i 25 aeroporti spagnoli Aena dove è installato il sistema per parcheggi Parkare. I vantaggi per gli utenti finali includono posti auto più vicini al terminal, parking express (15 minuti di sosta gratuita) per consentire agli accompagnatori di salutare o accogliere parenti e amici, sconti dedicati ai viaggiatori della tratta Barcellona-Madrid. Tra le nuove funzionalità c’è anche il pagamento diretto all’uscita, l’utilizzo di sistemi ticketless e una linea di casse automatiche appositamente studiata per le persone diversamente abili.

Lo scorso 25 giugno Came ha acquisito il controllo di Özak, società turca specializzata nella produzione di tornelli per il controllo accessi pedonale e dissuasori per il controllo veicolare; un segnale di crescita e di consolidamento del proprio business nel controllo degli accessi pedonali e veicolari. «Da anni – afferma il presidente Andrea Menuzzo – rivolgiamo una forte attenzione verso il business delle soluzioni integrate per l’urbanistica e la gestione del controllo e la sicurezza negli ambiti collettivi. La politica di crescita per acquisizione da parte del Gruppo è sempre stata orientata a valorizzare i brand assimilati e le loro potenzialità, mettendo a disposizione il know-how tecnologico e le potenzialità organizzative di un Gruppo presente in tutto il mondo e con un modello di business fortemente votato all’internazionalizzazione».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...