Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 16 novembre 2012 alle ore 17:29.

My24

Quando nel settembre scorso da Cupertino lanciarono il nuovo sistema operativo per iPhone e iPad, la frattura fra Apple e Google diventò chiarissima agli occhi del mondo intero. Frattura prodotta da una concorrenza sempre più agguerrita fra i prodotti di marchio Apple e quelli con sistema Android (di casa Google), leader indiscussi nel settore mobile.

Con iOS6, le applicazioni YouTube e Google Maps, fino a quel momento integrate di default negli iPhone e negli iPad, sparirono spiazzando un po' tutti. Apple sostituì le mappe prodotte dal colosso di Mountain View con un'applicazione fatta in casa che, in fase di presentazione venne descritta coma una "una vera svolta". Immagini in 3D, voce guida, nuovo design. Ma i possessori del melafonino si accorsero in fretta che qualcosa non andava. Altro che svolta.

Bastarono poche ore di test e su siti e blog di tutto il mondo iniziarono a circolare impressioni del tutto negative sull'applicazione "Mappe". Localizzazioni errate, strade inesistenti e grossolane sviste nella toponomastica. Persino nella visualizzazione del ponte di Brooklyn, nel bel mezzo di New York, venivano rilevati alcuni errori. Per milioni di utenti iOS scoppiò la dannata voglia di tornare al passato. Di tornare a Google. Addirittura Tim Cook, successore di Steve Jobs, fu costretto a chiedere scusa pubblicamente a milioni di fedelissimi clienti.

A circa due mesi di distanza qualcosa si muove. Da quanto scrive il Wall Street Journal, Google avrebbe già realizzato una nuova App di Google Maps per dispositivi iOS, distribuendone una versione beta ad alcuni utenti che la testeranno in questi giorni. Successivamente sarà Apple a decidere l'approvazione e l'eventuale disponibilità sullo store di iTunes. Sui vari blog dedicati al melafonino le discussioni già fremono. Come sarà questa nuova applicazione di Google? Verrà approvata da Cupertino? E soprattutto, le varie App che utilizzano le mappe di sistema, quali cartine apriranno?

Per ora c'è solo la dichiarazione di un portavoce di Google: «Le nostre mappe sono le più complete, accurate e facili da usare nel mondo. Il nostro obiettivo è quello di rendere Google Maps disponibile a tutti coloro che lo vogliono a prescindere dal dispositivo, dal motore di ricerca e dal sistema operativo che si sta usando».

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi