Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 02 dicembre 2012 alle ore 15:01.

My24

Super Mario si mette a giocare con il tablet. Wii U, la nuova console domestica della Nintendo – da venerdì anche in Italia – recupera un ritardo di sei anni nei giochi con la grafica in alta definizione ma aggiunge una novità nel modo di interagire (e magari di pensare) i videogame: un controller a forma di tablet con schermo touch (più leve analogiche, altoparlanti, microfono e sensori di movimento) che consente interessanti prospettive di gameplay asimmetrico (si gioca su due schermi).

L'innovazione del nuovo giocattolo di Myamoto e Iwata destinato a prendere il posto della vecchia Wii è quindi tutta nel secondo display che si integra con il televisore e apre una dimensione sconosciuta quantomeno per giochi per console domestica.

«Ci aspettiamo il tutto esaurito», ha commentato un raggiante Andrea Persegati, capo di Nintendo Italia. Negli Usa dove la console ha debuttato una settimana fa, i vertici della casa di Kyoto hanno festeggiato 400mila unità vendute. Nel 2006 la Wii aveva fatto poco meglio ma erano altri tempi. «Allora - spiega Persegati - si arrivava dall'esperienza non esaltante del GameCube (la precedente console di Nintendo ndr). Ci giudicavano carini ma nessuno immaginava che saremmo diventati leader di mercato. Ora partiamo con ben altre attese». Partono favoriti, forti di oltre 100 milioni di Wii sul mercato con i rivali, Sony (Ps3) e Microsoft (Xbox 360) fermi a quota 70, ma anche con un rosso di bilancio storico. Per la prima volta la casa di Kyoto ha registrato nell'anno fiscale al 31 marzo del 2012 perdite per circa 530 milioni di dollari e un fatturato che si è ridotto di un terzo circa rispetto ai tre anni precedenti. Da qui le attese per un successo non inferiore a quello della Wii.

Eppure, alcuni veterani dell'industria videoludica e parte della stampa specializzata si è detta scettica sulle chance di ripetere le performance dei tempi passati. «I gamers - risponde Persegati - ovvero i giocatori più appassionati non hanno mai amato particolarmente la Wii forse anche per la mancanza della grafica in Hd. Il nostro merito più grande è stato quello di avvicinare i non giocatori al videogame. Questa volta però con Wii U, anche i gamer più oltranzisti che hanno provato titoli come Assassin's Creed 3 e Call of Duty: Black Ops II sono rimasti davvero impressionati». Wii U punta infatti a recuperare una fetta di pubblico e tipologie di gioco che sulla precedente console faticavano a trovare hardware e potenza di calcolo. La line up di giochi pronti al debutto è infatti di ottimo livello e include titoli di grande successo come Fifa 13 di Electronic Arts così come i titoli sviluppati direttamente da Nintendo: Nintendo Land e New Super Mario Bros. U.

I nuovi gameplay (si può per esempio giocare in cinque contemporaneamente: quattro con i telecomandi Wii e uno con un Wii U GamePad), l'integrazione del movimento con il tocco, la doppia interazione tra tv e tablet saranno il banco di prova per valutare l'innovatività di questa console che esce in due versioni: la Basic (console, controller e 8 Gb di memoria) costa 299 euro e la Premium che aggiunge 32 Gb e Nintendo Land a 349 euro.
Ma questa volta da tenere d'occhio non c'è più solo Sony e Microsoft ma l'orda di nuovi giochi da Angry Bird a Fruit Ninja, da pochi euro, scaricabarili dai negozi online che hanno invaso tablet e smartphone. Sono loro la vera piattaforma concorrente di Nintendo. A Kyoto lo sanno bene, sono nati nel 1889, il suo fondatore Fusajiro Yamauchi ha iniziato con il gioco della carte, con gli anni (grazie al genio di Shigeru Miyamoto) hanno inventato SuperMario e Zelda. Insomma, di giochi se ne intendono.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi