Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 15 dicembre 2012 alle ore 10:14.

My24

LinkedIn è la più grande banca dati per cercare profili professionali, e il lavoro una delle sfere più indagate sui motori di ricerca: su Google nel 2012 per la parola "cerco" la prima associazione è stata "lavoro". In questi giorni motori di ricerca, portali e social network stanno pubblicando le loro liste del 2012: parole, urgenze ed emozioni che raccontano la nostra vita digitale nell'anno che si sta concludendo. La stima di LinkedIn si concentrano su come si presentano gli utenti, scoprendo che per gli italiani il termine più utilizzato per descrivere le proprie qualità è stato «responsabile». Il nostro Paese, dove i profili attivi sono oltre 4 milioni, mentre nel mondo sono 187 milioni, si distingue perché nella classifica internazionale vince la parola "creativo".

«La crescita esponenziale dell'uso di espressioni che tendono a rassicurare, sono l'inevitabile specchio di quella che è la situazione economica attuale - commenta in una nota Marcello Albergoni, senior sale manager di LinkedIn Italia -. Per avere più possibilità di essere trovati il profilo LinkedIn deve distinguersi dalla massa. Sarebbe quindi più opportuno, sul proprio profilo, evitare l'uso di parole particolarmente gettonate. Una descrizione accurata e un link al progetto al quale si è lavorato potrebbero ad esempio rendere il profilo differente. Esempi concreti di un lavoro nel quale ci si è dimostrati particolarmente responsabili è più convincente che lo scrivere semplicemente di essere professionalmente "responsabile"».

Al secondo posto, nella sezione in cui i membri elencano competenze e risultati professionali, si posiziona "specializzato", seguono: "capacità organizzative", "problem solving", "creativo", "multinazionale", "capacità relazionali", "dinamico", "capacità di lavorare in team", "innovativo". L'anno scorso, sempre restando agli utenti italiani, in cima c'era "problem solving", due anni fa "innovativo".

E all'estero? "Creativo" è andato per la maggiore in Australia, Canada, Germania, Olanda, Nuova Zelanda, Singapore, Svezia e Stati Uniti. "Responsabile" in Francia, "motivato" nel Regno Unito, Malesia, Arabia Saudita, Sud Africa, Emirati Arabi Uniti, "specializzato" in Spagna,
"sperimentale" in Brasile, "analitico" in Svizzera, "multinazionale" in Egitto e Indonesia, "efficace" in India.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi