Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 26 giugno 2013 alle ore 20:54.

My24
Dai browser a Wikipedia: ecco chi ha plasmato la rete che connette l'umanità - Foto

La Internet Hall of Fame è un riconoscimento simbolico assegnato a coloro che hanno contribuito all'evoluzione di internet. Nell'ultima edizione organizzata dalla Internet Society (Isoc) sono 32 i selezionati in corsa per il premio. Alcuni hanno conquistato spesso il palcoscenico dell'hi-tech negli ultimi anni. Certo, non sono volti molto noti al pubblico online, ma hanno costruito, cambiato, plasmato la rete internet che secondo alcune previsioni raggiungerà altre cinque miliardi di persone nei prossimi dieci anni, soprattutto nelle nazioni in via di sviluppo.

Il decollo del web
In ordine alfabetico il primo nome è quello di Marc Andreessen: da studente ha fatto parte del team che ha elaborato uno dei primi browser visuali per navigare online, Mosaic, e poi ha trasformato l'idea in un prodotto destinato al mercato, Netscape Navigator, quando negli anni Novanta il web ha avviato una rapida diffusione. In poco tempo ha sollevato le ire di Bill Gates, allora amministratore delegato di Microsoft, convinto che internet non avrebbe avuto un'ampia adozione, finché non ha deciso di varare Internet Explorer. Ma Andreessen non si è fermato. Da imprenditore è diventato venture capitalist, ha investito in decine di startup, è stato spesso mentor per tanti aspiranti giovani imprenditori.

Nella selezione dell'Internet Hall of Fame non poteva mancare Bob Metcalfe, inventore di Ethernet: si era ispirato a un protocollo di comunicazione dedicato ai network wireless e adoperato nelle isole Hawaii. Dopo aver apportato sostanziali modifiche Ethernet è stato un volano delle reti locali e in seguito per internet. È una leggenda vivente nel mondo dell'open source Richard Stallman: ha lanciato la Free Software Foundation e con il movimento del software libero ha aperto la strada alle licenze flessibili di copyright Creative Commons.

Gli Rss e Wikipedia
L'Isoc ha incluso nell'elenco Aaron Swartz, attivista ed hacker scomparso di recente: ha partecipato da adolescente allo sviluppo degli standard per i feed Rss e ha contribuito a costruire il successo della community di Reddit, frequentata da molti tecnoappassionati. Brilla, inoltre, il nome di Jimmy Wales che ha fondato Wikipedia con Larry Sanger come progetto part time e ha gettato le basi di una comunità impegnata a pubblicare, pagina dopo pagina, la più grande enciclopedia online del mondo.

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi