Tecnologia

Oggi arriva Apple Music. Parte la sfida di Cupertino a Spotify & Co.

  • Abbonati
  • Accedi
musica in streaming

Oggi arriva Apple Music. Parte la sfida di Cupertino a Spotify & Co.

È il giorno di Apple Music. Oggi, con il rilascio della nuova versione di iOS 8 (la 8,4), Cupertino fa il suo esordio ufficiale nel settore della musica in streaming, lanciando la sfida ai servizi già esistenti che nel corso degli ultimi anni sono diventati protagonisti assoluti, come Spotify. E c'è da attendersi un battaglia vera sul fronte dei prezzi e dei contenuti.

Apple Music è stato annunciato da Tim Cook durante l'ultima conferenza per gli sviluppatori, tre settimane fa a San Francisco. Il Ceo ha introdotto il servizio parlando di «rivoluzione», e tutti i possessori di iPhone e iPad che oggi aggiorneranno il sistema operativo si troveranno sul device la nuova icona. L'aggiornamento, secondo i soliti rumors che arrivano dalla Silicon Valley, dovrebbe essere disponibile in Italia per il download dalle 17 di oggi. Music, giova ricordarlo, fa il suo esordio in 100 Paesi contemporaneamente, ed Apple parte fortissimo con un catalogo molto ricco (30 milioni di brani disponibili) e una “stazione” radio live, Beats1, che trasmetterà musica e notiziari sul mondo discografico, in diretta 24 ore su 24 dagli studi di New York, Los Angeles e Londra.

Da Cupertino ripongono molta fiducia nella modalità di accesso al servizio. Music è offerto in modalità gratuita per i primi 3 mesi, mentre successivamente sono previsti due tipi di abbonamenti: quello classico a 9,99 euro e il pacchetto “family” a 14,99 euro, col quale sarà possibile agganciare fino a 6 account. Non c'è, invece, una modalità di abbonamento gratuita con inserzioni pubblicitarie, in stile Spotify per intenderci. Assenza che ha fatto storcere più di qualche naso.

I rivali
Per numeri e tradizioni, Apple è candidata a diventare protagonista assoluta della musica in streaming. Anni fa, con il lancio di iTunes, Steve Jobs rivoluzionò il mercato discografico. Per questo, oggi, Music ha un'altissima considerazione da parte degli outsider. Outsider che sono molti, e sgomitano in un mercato in netta crescita. Anche se il competitor numero uno di Music è senza alcun dubbio Spotify. La startup di origini svedesi è leader mondiale del settore, e ha da poco annunciato i suoi numeri: 75 milioni di utenti attivi, di cui 20 milioni abbonati a pagamento, con un incremento del 100% in un anno. Spotify prevede pure una versione totalmente gratuita, grazie alle inserzioni pubblicitarie (anche se il servizio, da mobile, in questo caso ha delle limitazioni). E questo potrebbe fare la differenza. La versione in abbonamento, senza spot, costa invece 9,99 euro al mese, come Music di Apple. Una versione gratuita (con spot) è stata aggiunta anche da Google Play Music (ne abbiamo scritto qui), altro competitor del nuovo servizio di Cupertino. Poi tutti gli altri: da Deezer (che presenta una versione free, e col suo pacchetto da 30milioni di brani si difende bene) alla scommessa Tidal, il servizio di musica in streaming ad alta qualità acquistato qualche mese fa da Jay Z. Attorno al mondo della musica in streaming ballano miliardi di dollari. E da oggi Apple è pronta alla grande sfida.
@biagiosimonetta

© Riproduzione riservata