Tecnologia

1/3 Lavoro, chi vince e chi perde col digitale / L'era della…

  • Abbonati
  • Accedi
    STUDIO BANCA MONDIALE

    Chi vince e chi perde con la rivoluzione del lavoro (e chi non sarà sostituito dai robot)

    1/3 Lavoro, chi vince e chi perde col digitale / L'era della polarizzazione delle professioni

    Il mercato del lavoro è sempre più polarizzato, spiega il monumentale studio “Digital Dividends” della Banca Mondiale, fresco di stampa. In particolare nei Paesi sviluppati. Dove l'occupazione tende a crescere sia per le posizioni ad alta specializzazione e alta remunerazione (manager, professionisti, tecnici), sia per alcune a bassa specializzazione e bassa remunerazione (per esempio le classiche badanti). Mentre la classe medio-bassa tende invece al declino: a rischiare di più sono alcuni lavori routinari facilmente sostituibili dalle macchine o “disintermediabili” con le piattaforme digitali. Secondo una ricerca della Oxford University non se la passeranno bene per esempio receptionist e commesse. Ma anche edicolanti, postini, taxisti. Vediamo più in dettaglio quali sono le mansioni che saranno presto a rischio di estinzione.

    © Riproduzione riservata