Tecnologia

Apple fa shopping nelle startup, dal machine learning alla salute

  • Abbonati
  • Accedi
Startup

Apple fa shopping nelle startup, dal machine learning alla salute

  • –di

Dopo Turi, azienda con base a Seattle specializzata nel campo delle soluzioni di intelligenza artificiale di classe enterprise e finita secondo varie indiscrezioni nelle mani di Cupertino a inizio agosto grazie a un assegno da 200 milioni di dollari, Apple prosegue senza soste nella sua campagna di rafforzamento avente per oggetto piccole imprese innovative.

L'ultima startup entrata nel mirino della società della Mela si chiama Gliimpse e anche in questo caso, come sempre quando (in casa Apple) ci sono di mezzo acquisizioni di modesta entità, l'operazione è ancora priva dei canoni dell'ufficialità, nonostante risalga (come scrive il sito Fast Company) a qualche mese fa. Il colosso di Cupertino, in ogni caso, conferma le proprie mire espansionistiche nel settore della salute e del benessere e la scelta è caduta sull'azienda fondata a Redwood City nel 2013 da Anil Sethi, ex ingegnere Apple negli anni '80.
L'interesse maturato per la startup californiana si spiega con la piattaforma che Gliimpse ha sviluppato per rendere accessibili i dati da chiunque voglia raccogliere, personalizzare e condividere con terzi informazioni relative alla propria salute. Una serie di app permette infatti di raccogliere informazioni provenienti dagli esami di laboratorio e di monitorare parametri come lo stress e il dolore mentre l'obiettivo finale è quello di costruire un archivio sicuro e di facile consultazione per tutti, dai pazienti direttamente interessati al personale medico specializzato. Le tecnologie e le competenze della startup, questa l'opzione più probabile, troveranno posto nelle prossime generazioni di Apple Watch e nelle nuove applicazioni che fanno capo alle suite HealthKit, CareKit e ResearchKit.

© Riproduzione riservata