Tecnologia

Apple rilascia macOS Mojave: le 6 novità principali

  • Abbonati
  • Accedi
anche per i prodotti più datati

Apple rilascia macOS Mojave: le 6 novità principali

Non solo iPhone. Apple, come ormai di consueto con l’arrivo dell’autunno, ha rilasciato anche il suo ultimo sistema operativo per computer Mac. Si chiama macOS Mojave ed è disponibile sull’App store in download gratuito. Gira su tutti i Mac introdotti da metà 2012, oltre che per i modelli di Mac Pro del 2010 (e del 2012 con schede grafiche compatibili con Metal raccomandate).

GUARDA IL VIDEO / Sorpresa Apple Watch: farà l'Ecg e in Italia (finalmente) si potrà telefonare

Come da tradizione, dunque, Apple non dimentica gli utenti con prodotti più datati, dando loro l’opportunità di rimanere sempre aggiornati in fatto di sistema operativo. Una nota importante, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza del device, che beneficia sempre di nuovi aggiornamenti. Ecco nel dettaglio quelle che sono le sei novità chiave di questo maxOS Mojave.

Dark Mode
Per la prima volta gli utenti Apple potranno abilitare una Dark Mode e trasformare la Scrivania con uno schema colori più scuro, che mette in risalto i loro contenuti mentre i controlli restano in background. Possono inoltre passare da una Scrivania chiara a una scura, e le app integrate come Mail, Messaggi, Mappe, Calendario e Foto includono tutte design pensati per la nuova Dark Mode. Gli sviluppatori delle App, inoltre, possono pensare le loro piattaforme con tecnologia chiaro/scura. Per l’utente è facile passare da un aspetto all’altro andando in Preferenze di sistema – Generale, e scegliendo l’aspetto chiaro o scuro. È presente anche un Dynamic Desktop, feature che varia in automatico l’immagine della Scrivania in base all’ora del giorno.

Scrivania sempre in ordine
Diciamocelo con franchezza: quanti di noi sognano un desktop sempre ordinato? Ecco, un’altra novità saliente di macOS Mojave è la funzione Stacks, che può organizzare persino le Scrivanie più disordinate impilando automaticamente i file in gruppi ben ordinati classificati per tipo di documento. Gli utenti possono personalizzare le Stacks in base ad altri attributi dei file, per esempio la data o i tag. Anche il Finder è stato significativamente aggiornato in macOS Mojave con una nuova Gallery View che consente agli utenti di scorrere visivamente i file. Inoltre sono state integrate nuove azioni rapide che consentono agli utenti di creare e proteggere tramite password un PDF oppure eseguire azioni Automator personalizzate sui file direttamente dal Finder. Grazie a una nuova visualizzazione rapida (il classico tasto “spazio” molto caro agli utenti Mac) ora si mostra rapidamente un’anteprima full-size dei documenti, ed è possibile ruotare e ritagliare le immagini, annotare PDF e tagliare clip audio e video senza dover aprire l’app corrispondente.

I nuovi screenshot
Altro vecchio cavallo di battaglia del mondo mac sono gli screenshot. La combinazione di tasti rimane sempre uguale: “Command-Shift-5”. Solo che ora gli screenshot sono un po’ simili a quelli dell’iPhone, e cioè immediatamente utilizzabili (con testo e scarabocchi) e pronti all’invio.

Ora “Casa” è anche su Mac
Con il nuovo macOS Mojave, le app più utili (come News, Borsa, Memo vocali e Casa), sono disponibili per la prima volta anche su Mac. Con “Casa”, gli utenti possono controllare gli accessori HomeKit per gestire varie funzioni come accendere e spegnere le luci o regolare le impostazioni del termostato direttamente dal computer.

Chiamate FaceTime di gruppo
Anche su Mac arrivano le chiamate FaceTime di gruppo. Si possono inoltre aggiungere partecipanti in qualsiasi momento, se la conversazione è ancora attiva, e ci si può unire alla chat usando l’audio o il video da un iPhone, iPad o Mac. E persino partecipare usando l’audio FaceTime dall’Apple Watch.

Sicurezza e privacy
Come per tutti gli aggiornamenti software Apple, sicurezza e privacy rappresentano priorità assolute anche in macOS Mojave. Safari adesso suggerisce automaticamente una password forte e sicura ogni volta che si crea un account. E se si riutilizzano le password impostate in passato, saranno segnalate nelle preferenze di Safari > Password, in modo da poterle aggiornare rapidamente a password forti. E se hai bisogno di recuperare rapidamente una password, puoi chiedere a Siri.

© Riproduzione riservata