Tecnologia

Nobel Medicina, vincono i pionieri dell’immunoterapia contro il cancro

  • Abbonati
  • Accedi
medicina

Nobel Medicina, vincono i pionieri dell’immunoterapia contro il cancro

Da sinistra, Tasuku Honjo e James P. Allison (Reuters)
Da sinistra, Tasuku Honjo e James P. Allison (Reuters)

Le scoperte su come sfruttare il sistema immunitario per attaccare il tumore hanno vinto il Nobel 2018 per la Fisiologia e la Medicina. James Allison del MD Anderson Cancer Center dell'Università del Texas a Houston e Tasuku Honjo dell'Università di Kyoto, in Giappone, hanno scoperto i sistemi per rimuovere i “freni” del sistema immunitario che impediscono all’organismo di attaccare le cellule tumorali. In altre parole, di aver rivelato la capacità del sistema immunitario di attaccare le cellule tumorali attraverso le cellule immunitarie.

Le ricerche di James P. Allison e Tasuku Honjo sono state una pietra miliare nella lotta contro i tumori perché per la prima volta hanno portato alla luce i meccanismi con i quali le cellule del sistema immunitario attaccano quelle tumorali.

In particolare, Allison ha aperto la via a queste ricerche studiando le proteine che funzionano come un freno del sistema immunitario e intuendo le loro grandi potenzialità: manipolando il loro freno naturale sarebbe stato possibile aggredire i tumori con nuove armi.

Honjo ha invece segnato un altro passo lungo questa nuova strada scoprendo una proteina delle cellule tumorali che funziona anche come un freno, ma con un meccanismo d'azione diverso rispetto a quelli noti fino a quel momento.

Entrambe le scoperte si sono tradotte nel tempo in nuovi approcci per la terapia contro i tumori che si stanno dimostrando molto promettenti.

In realtà, ciò che ha davvero cambiato la visione dell’immuno-oncologia è stato quando Carl June - nominato dal Time una delle 100 persone più influenti al mondo - ha pubblicato i dati su tre pazienti affetti da leucemia, che sono stati curati con le sue cellule CD19 Car-T. Una volta che lo ha dimostrato, l'immuno-oncologia, o la scienza di far combattere il sistema immunitario contro il cancro, è esploso. Gli inibitori del checkpoint , un tipo di farmaco che rilascia i “freni” delle cellule immunitarie che attaccano i tumori, hanno avuto un grande successo nel mercato. E una nuova generazione di trattamenti noti come le terapie cellulari Car-T sta rivoluzionandol'intero campo della terapia del cancro.

Chi sono

James P. Allison, 70 anni, è immunologo americano e dal 2004 ha condotto le sue ricerche nel Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York. Nato negli Stati Uniti il 7 agosto 1948, ha cominciato la sua carriera scientifica negli anni '80, prima nell'università del Texas e poi in quella californiana di Berkeley.

Tasuku Honjo, 76 anni, è di origini giapponesi e ha lavorato a lungo fra Giappone e Stati Uniti, tra le università di Kyoto e Osaka, la Carnegie Institution di Washington e i National Institutes of Health. Immunologo di formazione, è nato il 27 gennaio 1942 a Kyoto e nella sua città ha lavorato a lungo a partire dagli anni '70, tranne brevi parentesi negli Stati Uniti e a Osaka.

© Riproduzione riservata