Tecnologia

Le app di Android arrivano su Windows 10. Microsoft abbraccia tutti

  • Abbonati
  • Accedi

Le app di Android arrivano su Windows 10. Microsoft abbraccia tutti

Microsoft prende tutto e tutti. Nel nuovo aggiornamento per Windows 10 “October 2019 Update”, disponibile da alcuni giorni, una delle novità più interessanti è proprio la pubblicazione di Your Phone, companion app che “copia e incolla” l’esperienza delle app di Android. In pratica saremo in grado di rispecchiare quello che abbiamo dentro lo schermo del nostro smartphone direttamente su Windows 10. Per esempio, si potranno sincronizzare rapidamente foto scattate con lo smartphone e inviare e ricevere messaggi attraverso il computer. Assistiamo ancora una volta alla conferma del cambio di pelle e di codice genetico di Microsoft che si apre anima e corpo a quelle piattaforme che un tempo erano concorrenti. Your Phone infatti dovrebbe funzionare anche per iPhone e lo farà, assicurano, ma con alcune limitazioni.

Your Phone è stata presentata durante un evento che si è tenuto a New York alcuni giorni fa. Ecco alcune degli annunci.

Window Timeline. Rientra in questo ordine di idee anche Windows Timeline (disponibile da aprile) sullo smartphone che consente di ritrovare file e documenti o pagine web sui vari dispositivi facilmente, scorrendo la cronologia per trovare i file e i siti consultati sui vostri dispositivi. Om questo caso dovrebbe funzionare sia su Android che su iOs. Per quanto riguarda le altre novità.

Integrazione di To-Do con Outlook.com e Skype. Viene semplificata l’operazione. Basta trascinare ogni attività in uno slot libero del calendario e prenotarsi il tempo necessario per svolgerla.

Family Safety per Microsoft Launcher
Installando Microsoft Launcher sui dispositivi Android e attivando i rispettivi account Microsoft Family, ogni genitore potrà sapere dove si trovano i bambini. I genitori, si legge nella nota, avranno inoltre la possibilità di controllare dai propri dispositivi Android l'attività dei figli sulle varie app, verificando quali vengono utilizzate e per quanto tempo

Gli assistenti vocali si parlano. Era nell’aria, anzi è da un anno che ci stanno lavorando: Cortana potrà parlare con Alexa e viceversa. E’ l’interoperabilità delle intelligenze artificiali ma per ora funzionerà solo negli Usa. Dopo averla annunciata ormai quasi un anno fa, Microsoft ha finalmente mostrato sul palco i frutti della collaborazione con Amazon.

Per quanto riguarda l’hardware. Sono stati presentati i nuovi Surface Pro 6, Surface Laptop 2, Surface Studio 2 e Surface Headphones. In pratica è stata rinnovata la famiglia di prodotti surface.

© Riproduzione riservata