Tecnologia

Google lancia One, come cambia l'archiviazione dei dati

  • Abbonati
  • Accedi
Prodotti

Google lancia One, come cambia l'archiviazione dei dati

È uno dei business più interessanti del mondo tecnologico, e poggia le sue basi sul cloud computing. L'archiviazione dei file online è diventata negli anni un'abitudine consolidata, sia dal punto di vista degli utenti business (quelli che utilizzano il cloud per lavoro), che da quelli privati. E Google ha annunciato Google One, un piano per ottenere spazio di archiviazione maggiore e benefici extra per aiutare gli utenti a sfruttare al meglio il potenziale di Google. Nei prossimi mesi, per tutti i piani consumer a pagamento di Google Drive verrà eseguito l'upgrade a Google One. Modifica che non riguarda i clienti business di G Suite. E vediamo i dettagli di questa nuova scelta.
Più spazio, opzioni più smart
Con Google One vengono migliorati i piani di archiviazione a pagamento in modo che l'utente abbia tutto lo spazio che serve per Google Drive, Gmail, per le foto e i video alla qualità originale in Google Foto. Grazie alla varietà di opzioni, che spaziano dai 100 GB ai 30 TB, si potrà scegliere il piano più adatto.
Assistenza degli esperti Google e altri vantaggi
Le persone che usano molto spazio di archiviazione tendono a usare anche molti altri prodotti Google. Per questo, con Google One, basterà un tocco per ricevere assistenza dagli esperti in merito ai prodotti e ai servizi consumer. Inoltre gli utenti avranno accesso a vantaggi in altri prodotti Google, come i crediti di Google Play o le offerte per hotel selezionati trovati con la Ricerca Google.
Condivisione semplificata
«Una delle richieste che abbiamo ricevuto più spesso – scrivono da Google - è quella di fornire piani di archiviazione da condividere con i membri della propria famiglia. Con Google One, potrete aggiungere fino a cinque familiari al vostro piano: con un unico pagamento, tutti avranno il loro spazio di archiviazione privato e i benefici aggiuntivi di Google One».
Piani a pagamento
Se avete un piano di archiviazione a pagamento di Drive, l'upgrade a Google One sarà effettuato in automatico nei prossimi mesi. Riceverete un'email di conferma dell'upgrade a Google One, dove potrete gestire il vostro piano e i relativi vantaggi. Non cambierà nulla nell'utilizzo di Drive per memorizzare e condividere i file.

© Riproduzione riservata