Tecnologia

L'intelligenza artificiale di Darktrace per difendere l'aeroporto di…

  • Abbonati
  • Accedi
Cybersicurezza

L'intelligenza artificiale di Darktrace per difendere l'aeroporto di Bergamo

  • – di B.Sim.
(Imagoeconomica)
(Imagoeconomica)

Utilizzare l'intelligenza artificiale per difendere un aeroporto da eventuali cyber attacchi. È quello che stanno facendo a Bergamo Orio al Serio, dove la SACBO (la società che gestisce lo scalo lombardo) ha deciso di implementare la tecnologia intelligente di Darktrace per difende dalle minacce informatiche i 13 milioni di passeggeri che ogni anno transitano nella struttura.
Quello di Orio al Serio, del resto, è uno scalo aeroportuale operativo ventiquattr'ore su ventiquattro, e necessita di una difesa costante. Difesa che gli strumenti tradizionali, a quanto pare, non riescono più a garantire. Da qui la decisione di affidarsi all'intelligenza artificiale self-learning di Darktrace, per ambienti cloud, SaaS, IoT e on premise. Per Ettore Pizzaballa, responsabile dei Sistemi Informativi di SACBO, «il panorama delle minacce si sta evolvendo così rapidamente che oggi non si può più aspettare che i team di sicurezza riescano a capire esattamente cosa costituisce una minaccia prima di affrontarla, perché a quel punto potrebbe essere troppo tardi». Grazie all'intelligenza artificiale, il nuovo sistema «comprende e rende visibile il potenziale rischio cyber in tutta la nostra infrastruttura digitale, e ci protegge in modo attivo dalle minacce in evoluzione». La tecnologia di Darktrace è la Enterprise Immune System, che funziona un po' come il sistema immunitario del corpo umano, adattando le difese – in tempo reale – alla tipologia di attacco.

© Riproduzione riservata