Tecnologia

Un’italiana tra le eccellenze mondiali dell’intelligenza…

  • Abbonati
  • Accedi
classifiche hi-tech

Un’italiana tra le eccellenze mondiali dell’intelligenza artificiale: Fosca Giannotti del Cnr di Pisa

Gregory I. Piatetsky-Shapiro, un pioniere della scienza dei dati e fondatore di KDnuggets, un servizio di informazioni centrale per la comunità degli scienziati che si occupano di dati, intelligenza artificiale, da qualche anno pubblica, l'8 marzo, un elenco delle ricercatrici e innovatrici più influenti del settore, le “Inspiring Women in AI, Big Data, Data Science, Machine Learning”. Nel 2017 erano 17, nel 2018 erano 18, quest'anno ovviamente sono 19. Una di esse, nel 2019, è Fosca Giannotti, direttore di ricerca in computer science all’Information Science and Technology Institute e responsabile del Knowledge Discovery and Data Mining Laboratory di Pisa, fondato nel 1994, uno dei più antici laboratori di ricerca centrati sul data mining.

Fosca Giannotti, scrive KDnuggets, «è una scienziata pioniera nel data mining orientato alla comprensione delle dinamiche della mobilità, nell’analisi dei social network, nell’elaborazione di tecniche di data mining che garantiscono la privacy. Ha coordinato decine di progetti europei e collaborazioni industriali. Oggi si occupa tra l’altro di SoBigData, l’infrastruttura di ricerca europea dedicata a Big Data Analytics e Social Mining». E' l'unica italiana ed una delle sole tre europee della lista.

Non è soltanto una normale onorificenza. Il quadro teorico dal quale emerge è piuttosto importante. Il cosiddetto “machine learning”, una forma di intelligenza artificiale effettivamente realizzata, lungi dall'essere una forma obiettiva di gestione delle informazioni, presenta spesso dei difetti di impostazione dovuti ai pregiudizi impliciti nella cultura dei progettisti. Tipico esempio è il pregiudizio anti-afroamericano che ProPublica ha scoperto nel software utilizzato dalla polizia americana per decidere quante probabilità ci sono che un prediudicato e condannato, ritorni a operare crimini dopo la fine della pena detentiva.

Per correggere questi pregiudizi è considerato essenziale aumentare la diversità nella comunità degli scienziati dei dati. E la diversità di genere è considerata particolarmente importante da questo punto di vista per il futuro sviluppo dell'intera area disciplinare. La celebrazione delle persone eccellenti che si occupano di questi argomenti, a sua volta, deve dunque sottolineare l'esigenza di alimentare questa diversità. Fosca Giannotti è certamente un esempio.

© Riproduzione riservata