Tecnologia

Overfunding in appena una settimana per “Verso un rene in…

  • Abbonati
  • Accedi
Bicocca Università del Crowdfunding

Overfunding in appena una settimana per “Verso un rene in provetta?”

Università  Bicocca (Imagoeconomica)
Università Bicocca (Imagoeconomica)

Overfunding dopo appena una settimana dal via: la campagna di raccolta fondi dedicata a “Verso un rene in provetta?”, il quarto tra i progetti selezionati nell'ambito delprogramma “Bicocca Università del Crowdfunding”, promosso dall'Università degli Studi Milano-Bicocca sulla piattaforma Produzioni dal Basso in pochi giorni ha già raggiunto – e superato – l'obiettivo economico di 5mila euro di fondi raccolti.

Un traguardo importante, per un progetto che mira a esplorare le potenzialità offerte da cellule staminali e ingegneria tissutale, con l'obiettivo a lungo termine di trovare nuove terapie sostitutive alla dialisi e al trapianto per le persone che soffrono di insufficienza renale: il 10% della popolazione italiana, secondo le stime del ministero della Salute.

Promosso da un team di ricercatori di Bicocca e Multimedica e da un imprenditore, “Verso un rene in provetta?”permetterà, grazie al crowdfunding, di finanziare la ricerca per sviluppare un modello cellulare tridimensionale per testare nuove terapie farmacologiche o di medicina rigenerativa e aiutare concretamente le persone affette da patologie renali.

«L'esperienza di crowdfunding applicata alla ricerca di base è un risultato importante e per noi è stato sorprendente vedere aumentare esponenzialmente le donazioni già dal primo giorno. Non ce lo aspettavamo, almeno non in una settimana. Abbiamo riscontrato una grande empatia, soprattutto da parte di chi è sensibile all'argomento. Grazie a Bicocca Università del crowdfunding noi “giovani” abbiamo avuto la possibilità di proporre una nostra idea, di comunicare la scienza ai non addetti ai lavori, di costruire reti con associazioni, fondazioni e privati. Questo ci permetterà di portare avanti il nostro progetto dandoci la possibilità di gettare le basi per costruire qualcosa di più grande» commenta Silvia Bombelli, ricercatrice del team di lavoro che ha dato vita al progetto.

Grazie ai fondi raccolti partecipando alla campagna di crowdfunding attiva su Produzioni dal Basso, i ricercatori potranno creare organoidi – una sorta di organi in miniatura realizzati in provetta – da cellule staminali renali adulte, dando origine a un protocollo dal quale partire per la sperimentazione di nuove soluzioni terapeutiche.

Per chi sceglierà di sostenere la campagna a favore di “Verso un rene in provetta?” sono previste diverse ricompense, dal report finale con i risultati del progetto a spille, portachiavi e calendari a tema, fino alla possibilità, per le donazioni che supereranno i 500 euro, di trascorrere una giornata in laboratorio e partecipare a un piccolo esperimento.

© Riproduzione riservata