tlc

Telecom: Vivendi non svaluta quota. Titolo ko a Parigi dopo conti in calo

di Simona Rossitto

(AFP)

2' di lettura


Vivendi non svaluta la sua partecipazione in Telecom Italia. «Il valore delle azioni Telecom Italia contabilizzate con il metodo del patrimonio netto ammonta - si legge nel Financial report per il 2017 - a 4,256 miliardi di euro. Il 31 dicembre 2017, il prezzo delle azioni ordinarie Telecom Italia (0,7205 euro per azione ordinaria) risulta in diminuzione rispetto al costo medio di acquisto di Vivendi (1,0709 per azione ordinaria). Vivendi ritiene, tuttavia, che questo declino non prenda in considerazione l'evoluzione prevista delle prospettive di valutazione di Telecom Italia, tenendo conto del recente cambio della direzione; la volatilità del prezzo delle azioni di Telecom Italia a seguito dell'entrata di Vivendi nel suo capitale; e i recenti sviluppi sfavorevoli delle azioni di telecomunicazioni in Europa. Al 31 dicembre 2017, Vivendi ha implementato un test di perdita di il valore della partecipazione in Telecom Italia per determinare se il suo valore recuperabile fosse superiore al suo valore contabile.

Con l'aiuto di un esperto indipendente, la direzione di Vivendi ha concluso che «il valore recuperabile della sua partecipazione in Telecom Italia, determinato utilizzando i consueti metodi di valutazione era superiore al suo valore contabile».

Loading...

Vivendi: «Su Telecom influenza significativa, no direzione unilaterale»

Vivendi ribadisce inoltre di avere su Telecom Italia solo una «influenza significativa» e non il controllo. Il gruppo francese, si legge nel Financial report per il 2017 «non crede di avere il potere di dirigere unilateralmente le attività rilevanti di Telecom Italia, ai sensi dell'IFRS 10». Vivendi «ritiene di avere il potere di partecipare alle decisioni in materia finanziaria di Telecom Italia, ai sensi dello IAS 28, e pertanto ritiene di esercitare un'influenza significativa su Telecom Italia». Vivendi ricorda che con due successivi decreti il governo italiano ha deciso di esercitare i poteri speciali (il cosiddetto golden power) su Telecom Italia nei settori della difesa e della sicurezza nazionale e delle telecomunicazioni.

Vivendi crolla a Parigi dopo utile 2017 in calo
Intanto il titolo sta soffrendo sulla Piazza parigina e perde oltre il 5% per effetto dei conti 2017: il colosso francese ha registrato lo scorso anno un utile netto in lieve calo a 1,228 miliardi di euro (-2,2%). «Come previsto dopo il profit warning di gennaio, i risultati del 2017 non sono entusiasmanti», osservano in una nota gli analisti Invest Securities, che sottolineano le difficoltà di Canal+ France e Havas. I ricavi della media company, che è anche primo socio di Telecom Italia e azionista di Mediaset, sono risultati pari a 12,44 miliardi di euro, in aumento del 15% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Telecom ha contribuito ai profitti di Vivendi per 144 milioni di euro.
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti