firmato l’accordo

Telepass valido anche in Francia, Spagna e Portogallo per tutte le auto

di Laura Galvagni

Il telepass diventa europeo: vale anche in Francia, Spagna e Portogallo

1' di lettura

Da Roma a Lisbona con il telepass. L'omonima società controllata da Atlantia ha annunciato la firma di un accordo che rende il dispositivo telepass utilizzabile anche una volta varcati i confini dell'Italia. La compagnia lancia così il Telepass europeo. Fino ad oggi solo per i mezzi pesanti era possibile oltrepassare le barriere passando sotto i varchi automatici. D'ora in poi sarà invece consentito a tutti coloro che dispongono del dispositivo, basterà semplicemente attivarlo.

In particolare, grazie all'accordo tra Telepass, la francese Aprr-Area e la spagnola Pagatelia, i clienti potranno ora viaggiare liberamente sulla rete autostradale italiana, francese, spagnola e portoghese. Inoltre potranno pagare il parcheggio nelle città dei Paesi coperti: a quelli di Milano, Roma, Torino, Firenze e Napoli si aggiungono infatti 400 parcheggi in numerose città europee tra cui Parigi, Madrid e Barcellona.

Loading...

L' intesa va evidentemente a consolidare la leadership mondiale nei sistemi di pagamento del pedaggio autostradale vantata da Telepass. In particolare, l'azienda è già leader in Europa e recentemente la sua tecnologia è stata certificata anche in Belgio almeno per i mezzi pesanti.
Per accedere al servizio è sufficiente richiedere l'attivazione sul proprio contratto Telepass Family presso i Punto Blu e ottenere il nuovo dispositivo.
Quanto al costo, si tratta di un servizio pay per use che comporta un pagamento di 6 euro per l'attivazione e un canone aggiuntivo di 2,4 euro, solo nei mesi in cui viene varcata la frontiera.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti